VENEZIA DA SCOPRIRE

Corto Maltese e la sua magica Venezia

corto maltese

La letteratura si sa, crea personaggi che riescono a sembrare reali e non certo frutto della fantasia di qualche autore. Forse per la storia, i riferimenti o la scrittura coinvolgente, a fine racconto spesso ci si potrebbe chiedere quanto di vero vi si trovi in quelle pagine. È il caso di Corto Maltese, fumetto creato da Hugo Pratt e considerata una delle opere più affascinanti italiane. Si tratta ovviamente di un personaggio inventato dal genio di Pratt, ma quella fatidica domanda “…e se fosse vero?” assilla ogni suo lettore.

Corto Maltese

Corto Maltese e i gatti di Venezia

Da Malta alla Favola di Venezia

Corto Maltese è un marinaio originario de La Valletta, capitale di Malta. La scelta di Pratt nell’utilizzare l’isola mediterranea come terra natia per il suo personaggio non è stata certo casuale. Malta è infatti considerata crocevia di popoli e culture del Mediterraneo. Un luogo dove razze e tradizioni si incontrano, fondendosi tra loro. E Corto Maltese è figlio proprio dell’incontro di fine ‘800 tra un marinaio inglese e una gitana di Siviglia. Ecco quindi un protagonista per metà spagnolo con tratti tipici mediterranei, e per metà anglosassone con quell’aria autoritaria tipica del nord Europa.

Corto Maltese

Davanti alla porta dell’Arsenale

A inizio ‘900 Corto Maltese salpa dalla sua Malta in cerca di avventure. Inizialmente dedito alla carriera militare, naviga in lungo e in largo incontrando i personaggi più famosi dell’epoca. Da Jack London a Stalin, passando per Butch Cassidy e Joyce.

Durante le sue avventure il marinaio abbandona la vita militare per abbracciare quella piratesca. Inizia a dedicarsi alla ricerca di antichi tesori perduti che lo porteranno in ogni angolo del globo.
Incapace nel mettere radici, il nostro protagonista si innamora comunque di una delle città simbolo per ogni amante del mare: Venezia. Altra scelta non certo casuale di Hugo Pratt in quanto considerava la Serenissima il centro del mondo. Qui Corto Maltese vi si reca per cercare la mappa di Eldorado, entrando in contatto con alcuni personaggi illustri veneziani. Vi fa successivamente ritorno nel racconto La favola di Venezia per cercare un altro tesoro: il talismano di Salomone.

Corto Maltese

Passeggiando in Piazza San Marco

I luoghi veneziani di Corto Maltese

I nomi dei personaggi e dei luoghi nell’opera di Hugo Pratt sono inventati, ma fanno comunque riferimento alla vita reale. Nelle avventure veneziane di Corto Maltese troviamo il Ponte della nostalgia che fa riferimento al Ponte Widmann vicino alla Chiesa dei Miracoli. Per la Corte del Maltese abbiamo invece la Corte Buello vicino a Corte Nova. Se poi, tra le pagine del fumetto, ci imbattiamo nel Campiello dell’arabo d’oro, sappiate che si sta parlando della Corte Rotta a San Martino, vicino Campo do Pozzi. Infine spesso è citata un’osteria dove il protagonista ama mangiare un boccone e riposarsi. Qui Hugo Pratt si riferisce alla Trattoria da Scarso a Malamocco, famosissimo luogo di ritrovo non solo per Pratt, ma anche per altri personaggi come Soldati e Fellini.

Corto Maltese

Hugo Pratt a Grandvaux sul finire degli anni ’80

Hugo Pratt: l’autore innamorato di Venezia

Hugo Pratt nasce a Rimini nel 1927, figlio di Rolando Pratt, militare inglese, e di Evelina Genero. La madre aveva origini veneziane in quanto figlia di Eugenio Genero, famoso poeta dialettale della Serenissima. Ed è proprio a Venezia che Hugo Pratt vive la sua infanzia innamorandosi dei vicoli, canali e delle piazze lagunari. Con lo scoppio della Seconda guerra mondiale è però costretto ad abbandonare il suo amore per trasferirsi in Africa e seguire il padre impegnato nella guerra. Inizia così un lungo girovagare che vede l’autore cambiare casa e patria continuamente, ma sempre con Venezia nel cuore.
Rientrato in Italia stabilisce a Malamocco la sua sede. Nelle sue opere è possibile trovare numerosi riferimenti sui suoi luoghi preferiti, nonché ad alcuni personaggi conosciuti nella Laguna. Sempre però con nomi fittizi, per suscitare interesse e curiosità soprattutto nei suoi lettori veneziani.

Gabriele Roberti

Autore: Gabriele Roberti

Affascinato da sempre dal Lato Oscuro della Forza, abbandona in tenera età l’idea di diventare un Sith. Da quel momento ha iniziato a dedicarsi ad altro: gli studi, il lavoro, le ragazze e i tornei a Fifa. Dopo la laurea in lettere ha iniziato a scrivere senza sosta, arrivando a vedersi pubblicato su vari siti e blog come italiani.it.
Sogna un viaggio in estremo oriente, e di provare almeno una volta tutte le cucine del pianeta. In attesa ovviamente di una chiamata da Lord Fener…

Corto Maltese e la sua magica Venezia ultima modifica: 2017-11-21T10:31:15+00:00 da Gabriele Roberti

Commenti

commenti

To Top