ARTE & CULTURA

La nuova stagione del Teatro Momo di Mestre

Momo

Il Teatro Momo è uno spazio meraviglioso nel cuore di Mestre. Il Momo è sito in via Dante, sulla direttrice di via Cappuccina, ed è raggiungibile comodamente anche da Venezia in pochi minuti. Lo spazio è dedicato ad Arnaldo Momo, regista, professore e storico del teatro veneziano. Momo dedicò la sua vita alla riscoperta di molti autori ed ebbe un rapporto speciale con Goldoni. Il professore fu una delle anime e presidente del Comitato scientifico della Casa di Carlo Goldoni a San Tomà.  Questo piccolo teatro di circa duecento posti presenta un gran numero di iniziative atte a coinvolgere il territorio in tutte le sue fasce d’età.

Momo

Uno spettacolo in scena al-Momo

Teatro Momo aperto ai bambini

Inizia il 22 ottobre la ventiquattresima stagione di teatro per bambini, Domenica a Teatro. Consapevoli dell’importanza di educare il pubblico ad amare l’arte scenica dalla tenera età, anche quest’anno il Momo propone una rassegna dedicata ai più piccoli.

Fino al 4 marzo 2018 saranno dodici gli spettacoli per bambini che calcheranno le scene del teatro mestrino (dieci in cartellone e due fuori abbonamento nell’ambito dell’iniziativa “Natale al Toniolo”).

Rassegna amatoriale del Teatro Momo

Anche il teatro amatoriale avrà il suo spazio con un’intera rassegna dedicata. In provincia di Venezia sono oltre quaranta le compagnie iscritte alla Federazione Italiana Teatro Amatoriale e sono centinaia se consideriamo le provincie limitrofe. Il numero di abbonamenti cresce, testimoniando l’affetto della popolazione mestrina per questo luogo e per l’arte che rappresenta.

Il calendario di quest’anno inizia il 29 ottobre con Le morbinose, commedia minore di Carlo Goldoni, messa in scena dalla compagnia “La Bautta”. Fino al 25 marzo saranno dieci gli spettacoli, che spazieranno da Goldoni al teatro contemporaneo, passando per traduzioni in veneto di autori stranieri.

Momo

Platea e galleria del Momo viste dal palcoscenico

Progetti laboratoriali

A rendere tangibile il rapporto con la città sono i laboratori aperti alla cittadinanza e dedicati a tutte le fasce di età. Il teatro ha la grande possibilità di contribuire a migliorare la società non solo attraverso la messa in scena ma anche favorendo la partecipazione ad iniziative in cui il pubblico ricopre un ruolo attivo.

Il Teatro Momo per il 2017/2018 presenta un ricco programma di attività laboratoriale in sinergia con le associazioni culturali e teatrali della città metropolitana. Dal mese di novembre saranno attivati sette corsi per un totale di cento otto incontri. L’obiettivo è identificare il Teatro Momo come spazio di formazione ideale per avvicinare al palcoscenico sia i più giovani che gli adulti.

Il laboratorio di riferimento del progetto è Human, storie e relazioniideato in collaborazione con Arteven e rivolto agli studenti delle scuole superiori. A guidarlo sarà Ketti Grunchi, regista e formatrice teatrale proveniente dalla Piccionaia di Vicenza.

Il tema delle relazioni umane attraverserà in varie declinazioni tutti e sette i laboratori suddivisi in fasce d’età diverse, da quella prescolare a quella adulta. Da quest’anno sarà inoltre coinvolta anche la fascia universitaria. Tutti i soggetti coinvolti prenderanno parte a momenti di confronto e condivisione allo scopo di favorire un teatro realmente partecipato. Ogni laboratorio si concluderà a maggio con una restituzione al pubblico del lavoro svolto durante questi mesi.

Autore: David Angeli

Nato a San Daniele del Friuli il 23 aprile 1986, ha studiato Storia a Ca’Foscari. A Venezia, è membro delle compagnie teatrali Accadueò Non Potabile e Malmadur e del collettivo Blare Out. È pubblicista dal 2012 e ricopre il ruolo di ufficio stampa e collaboratore artistico del Venice Open Stage.

La nuova stagione del Teatro Momo di Mestre ultima modifica: 2017-10-12T12:48:19+00:00 da David Angeli

Commenti

commenti

To Top