FOOD & DRINK INTERVISTE

Due minuti con Bruno e Giorgio dell’osteria Alla Frasca

Alla Frasca

Veniamo accolte dall’aroma di un caffè tutto particolare. Si tratta del macinato proveniente dalla torrefazione della famiglia Girani, l’ultima bottega artigianale del caffè rimasta a Venezia. E’ così che Bruno, cerca di spiegarci la sua personale visione del locale che gestisce da cinque anni. Siamo in Corte de la Carità, appena dietro a Fondamenta Nove. L’osteria Alla Frasca ha una struttura particolare: si tratta di un piccolo spazio al centro del campo. Un’unica stanza divisa in cucina e sala con quindici coperti. Anche l’esterno è da sfruttare nella bella stagione, mangiando al coperto delle frasche verdi che danno il nome al luogo. L’unicità della struttura fa pensare si trattasse del magazzino del pittore Tiziano, che abitava a pochi passi. Il ristorante venne aperto in qualità di cicchetteria nel 1903 ma è solo negli anni ’90 che vi furono i lavori di restauro con l’apertura della cucina vera e propria.

L’ APPROCCIO VENEZIANO ALLA FRASCA

Attualmente la gestione è di Bruno, aiutato dal cuoco Giorgio. Attraverso il menù capiamo qual è il suo approccio per la gestione del ristorante Alla Frasca. L’idea è quella di preservare lo spirito autentico della città, facendone conoscere ai clienti le eccellenze. Le scelte sono attente ed accurate e traspaiono tutto l’amore e il rispetto per l’unicità di Venezia. Principalmente si cucina pesce, comprato ogni giorno al mercato di Rialto. Le verdure vengono da isole e dintorni. Importante è la stagionalità dei prodotti: i piatti offerti cambiano a seconda dell’offerta del mercato e guidano il cliente alla scoperta della tradizione culinaria locale. La ricerca che viene fatta per la cura di ogni dettaglio è estrema e cela un sacco di storie incredibilmente affascinanti. Dalle castraure di Sant’Ersamo ai savoiardi artigianali, passando per i bussolai di Pellestrina.. un’esperienza di gusti unicamente tradizionali che va provata!

Alla Frasca

Uno dei piatti della Frasca

UN MENU’ PROVATO PER VOI

In questo video potete vedere il cuoco Giorgio che ci parla di una delle specialità del momento. L’insalata di polpo. Si tratta di un piatto semplice e tradizionale rivisitato da questo giovane cuoco siciliano che fa del suo lavoro un’arte. In un letto di crema di patate e rosmarino e insalatina di Sant’Erasmo è adagiato il polipo. Questo non è solo bollito, ma anche scottato in padella. Ottiene in questo modo una consistenza croccante che è un piacere per il palato. Oltre al menù è l’atmosfera raccolta e delicata del luogo a condire l’esperienza enogastronomica. La luce che filtra dalle vetrate e la buona musica completano il tutto. Bruno infatti, appassionato musicista, ha un occhio di riguardo per la scelta dei pezzi che in sottofondo rendono perfetto l’ambiente. Bruno e Giorgio sono certamente l’anima pulsante del ristornate Alla Frasca e la loro passione traspare da ogni dettaglio. Non vi resta che correre alla scoperta di quest’angolo di Venezia così autentico, così tradizionale!

Eva Zilio

Autore: Eva Zilio

Laureata al dipartimento di lingue dell’università Ca’ Foscari per dare senso e spazio al suo amore per il movimento e la scoperta, di recente è approdata a Belgrado per proseguire i suoi studi occupandosi di teatro contemporaneo.

Due minuti con Bruno e Giorgio dell’osteria Alla Frasca ultima modifica: 2017-03-16T11:59:24+00:00 da Eva Zilio

Commenti

Non categorizzato

Due minuti con Bruno e Giorgio dell’osteria Alla Frasca

Veniamo accolte dall’aroma di un caffè tutto particolare. Si tratta del macinato proveniente dalla torrefazione della famiglia Girani, l’ultima bottega artigianale del caffè rimasta a Venezia. E’ così che Bruno, cerca di spiegarci la sua personale visione del locale che gestisce da cinque anni. Siamo in Corte de la Carità, appena dietro a Fondamenta Nove. L’osteria Alla Frasca ha una struttura particolare: si tratta di un piccolo spazio al centro del campo. Un’unica stanza divisa in cucina e sala con quindici coperti. Anche l’esterno è da sfruttare nella bella stagione, mangiando al coperto delle frasche verdi che danno il nome al luogo. L’unicità della struttura fa pensare si trattasse del magazzino del pittore Tiziano, che abitava a pochi passi. Il ristorante venne aperto in qualità di cicchetteria nel 1903 ma è solo negli anni ’90 che vi furono i lavori di restauro con l’apertura della cucina vera e propria.

L’ APPROCCIO VENEZIANO ALLA FRASCA

Attualmente la gestione è di Bruno, aiutato dal cuoco Giorgio. Attraverso il menù capiamo qual è il suo approccio per la gestione del ristorante Alla Frasca. L’idea è quella di preservare lo spirito autentico della città, facendone conoscere ai clienti le eccellenze. Le scelte sono attente ed accurate e traspaiono tutto l’amore e il rispetto per l’unicità di Venezia. Principalmente si cucina pesce, comprato ogni giorno al mercato di Rialto. Le verdure vengono da isole e dintorni. Importante è la stagionalità dei prodotti: i piatti offerti cambiano a seconda dell’offerta del mercato e guidano il cliente alla scoperta della tradizione culinaria locale. La ricerca che viene fatta per la cura di ogni dettaglio è estrema e cela un sacco di storie incredibilmente affascinanti. Dalle castraure di Sant’Ersamo ai savoiardi artigianali, passando per i bussolai di Pellestrina.. un’esperienza di gusti unicamente tradizionali che va provata!

Alla Frasca

Uno dei piatti della Frasca

UN MENU’ PROVATO PER VOI

In questo video potete vedere il cuoco Giorgio che ci parla di una delle specialità del momento. L’insalata di polpo. Si tratta di un piatto semplice e tradizionale rivisitato da questo giovane cuoco siciliano che fa del suo lavoro un’arte. In un letto di crema di patate e rosmarino e insalatina di Sant’Erasmo è adagiato il polipo. Questo non è solo bollito, ma anche scottato in padella. Ottiene in questo modo una consistenza croccante che è un piacere per il palato. Oltre al menù è l’atmosfera raccolta e delicata del luogo a condire l’esperienza enogastronomica. La luce che filtra dalle vetrate e la buona musica completano il tutto. Bruno infatti, appassionato musicista, ha un occhio di riguardo per la scelta dei pezzi che in sottofondo rendono perfetto l’ambiente. Bruno e Giorgio sono certamente l’anima pulsante del ristornate Alla Frasca e la loro passione traspare da ogni dettaglio. Non vi resta che correre alla scoperta di quest’angolo di Venezia così autentico, così tradizionale!

Eva Zilio

Autore: Eva Zilio

Laureata al dipartimento di lingue dell’università Ca’ Foscari per dare senso e spazio al suo amore per il movimento e la scoperta, di recente è approdata a Belgrado per proseguire i suoi studi occupandosi di teatro contemporaneo.

Due minuti con Bruno e Giorgio dell’osteria Alla Frasca ultima modifica: 2017-03-16T11:59:24+00:00 da Eva Zilio

Commenti

To Top