Sarà "Tutta un'altra storia" la nuova stagione del Teatro Stabile del Veneto - itVenezia

itVenezia

COSA VEDERE CULTURA

Sarà “Tutta un’altra storia” la nuova stagione del Teatro Stabile del Veneto

Teatro Stabile Veneto Nuova Stagione

I numeri sono davvero importanti: 13 spettacoli a Venezia, 13 a Padova e 13 a Treviso, per complessivi 39 spettacoli nei teatri delle tre città del Veneto. Altrettante sono le produzioni per oltre 160 giornate di spettacolo con più di 100 artisti scritturati e con un numero considerevole di progetti sul territorio. In estrema sintesi ecco la stagione 23/24 del Teatro Stabile del Veneto che è (e si chiamerà) TUTTA UN’ALTRA STORIA, con una dedica particolare al maestro Giorgio Ferrara, il regista recentemente scomparso e che dal 2021 è stato il direttore artistico dello Stabile del Veneto. Si era dimesso lo scorso aprile. Tra le 13 produzioni e co-produzioni in cartellone si trovano titoli che seguono un doppio binario: da una parte la tradizione del repertorio teatrale, pur se rivisitato. Dall’altra la nuova drammaturgia, a cui viene dato ampio spazio per ascoltare storie che parlano la lingua del presente.

I 400 anni del Teatro Goldoni di Venezia

Il Teatro Goldoni di Venezia apre il 30 settembre con una serata molto speciale dedicata al suo compleanno numero 400. I quattrocento anni di storia del teatro più antico della città verranno ricordati in occasione della riapertura dopo mesi di restauro. Saranno tanti gli ospiti d’eccezione per questa prima alzata di siparo. Tra i titoli in abbonamento il primo appuntamento è con Alessandro Preziosi che porta in scena il suo lavoro più recente, Aspettando Re Lear, una co-produzione TSV, il primo di sei spettacoli d’ispirazione classica che compongono il cartellone veneziano.

Preentazione Stagione 23:24

Si prosegue poi con un titolo che contraddistingue la seconda linea d’indirizzo della stagione 23/24, che oltre ad attingere al repertorio teatrale dà spazio e voce alle parole del presente con testi scritti e diretti da artisti contemporanei come Lucia Calamaro. Tra le più talentuose drammaturghe sulla scena nazionale, cura la regia dello spettacolo Tipi umani seduti al chiuso, nuova produzione del TSV dove una biblioteca di quartiere si trasforma in un luogo d’incontro, habitat di sicurezza e conforto per degli originali “tipi umani”. Sulla stessa linea si inserisce anche Boomers  il nuovo testo di Marco Paolini, uno spettacolo che racconta la generazione più anziana, mescolando realtà e immaginazione, e in cui ballate e canzoni si presentano come un antidoto alla frenesia del mondo moderno.

Stefanomassini Ids Credito Filippo Manzini
Stefano Massini (crediti foto: Filippo Manzini)

Si prosegue con Emma Dante e il suo Tango delle capinere, mentre il nuovo anno si apre con Stefano Massini in scena con L’interpretazione dei sogni, una co-produzione TSV ispirata alla figura di Sigmund Freud.

Il Teatro Stabile tra tradizione e nuova drammaturgia

Nel filone della tradizione rientrano Clitennestra, attualizzata da Colm Tóibín nell’interpretazione di Isabella RagoneseArlecchino muto per spavento, uno dei canovacci della commedia dell’arte più rappresentati nella Parigi del ‘700, è ora messo in scena dalla compagnia Stivalaccio Teatro. Ci sarà anche Gogol’ e L’ispettore generale con l’interpretazione di Rocco Papaleo diretto da Leo Muscato. Non mancano i testi di autori internazionali come Martin Crimp, in cartellone con The City per la regia di Jacopo Gassmann. Il cartellone continua con Antonio e Cleopatra di Shakespeare per la regia di Valter Malosti, mentre Claudio Bisio porta sul palcoscenico un’autobiografia divertita La mia vita raccontata male. Chiudono il programma, infine, due co-produzioni firmate TSV: I parenti terribili di Jean Cocteau, con regia, scene e costumi di Pier Luigi Pizzi e I corpi di Elizabeth di Hella Hickson diretto da Elio De Capitani.

Paoliniphoto Gianluca Moretto 0023
Marco Paolini (crediti foto: Gianluca Moretto)

Ancora qualche pillola per ricordare la rassegna Asteroide Amor in collaborazione con Fondazione Venezia, Università di Ca’ Foscari e Iuav. Gli eventi speciali di fuoriserie con titoli legati al teatro civile e di approfondimento culturale. Ricordiamo il 9 ottobre la serata commemorativa della tragedia del Vajont a partire dal celebre testo di Marco Paolini. E un ciclo di lezioni spettacolo dedicato a Shakespeare e curate da Massimo Cacciari. A Natale appuntamento con Big Vocal Orchestra e a Capodanno con Le allegre comari di Windsor dirette da Andrea Chiodi.

Sarà “Tutta un’altra storia” la nuova stagione del Teatro Stabile del Veneto ultima modifica: 2023-07-18T12:07:14+02:00 da Cristina Campolonghi

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x