I VENEZIANI RACCONTANO VENEZIA

itVenezia

CULTURA TRADIZIONI

La gondola, storia e curiosità di un simbolo di Venezia

Gondola

Una delle maggiori attrazioni della città di Venezia è proprio la gondola, a bordo di esse potrete godere e scoprire canali e scorci dell’isola che a piedi non riuscireste a godere totalmente.
Il giro nella tipica barca veneziana è una delle cose sicuramente da mettere nella lista delle attrazioni quando si visita la città di Venezia. La gondola è il vero simbolo della città e un’imbarcazione unica al mondo. Ha una lunghezza di 11 metri e un peso di 600 chili. Lo scopo della sua “leggerezza” è quello di essere manovrata con molta facilità da un solo gondoliere e con un solo remo.

La storia della gondola

Lo sapevate che per costruire una gondola vengono utilizzati otto tipi diversi di legno? Proprio così! Vediamo quali sono… rovere, abete, olmo, noce, ciliegio, tiglio, mogano e larice. Inoltre i pezzi che compongono l’imbarcazione sono ben 280.

Gondole in acqua

Due soli elementi in metallo: il “fero di prora” e il “risso di poppa”. Il primo in origine era un elemento che serviva a dare stabilità e a bilanciare il peso del gondoliere. Viene chiamato anche rostro e la forma è un famoso simbolo di Venezia. La curva superiore indica il cappello del doge, l’arco il posto di Rialto e i sei denti i diversi sestrieri della città; infine l’ultimo dente rappresenta la Giudecca.

Come vengono costruite le gondole

Quale particolarità ha la gondola rispetto ad altre imbarcazione che possiamo solitamente vedere lungo fiumi e laghi italiani? Vediamole insieme.
Come dicevamo prima, la scelta delle assi legno è essenziale. È la prima fase della costruzione delle gondole. Le assi prima di essere lavorate dal maestro d’ascia restano a stagione per un intero anno. Nel momento in cui si comincia la realizzazione vera e propria si prepara l’ossatura della barca, poi le fiancate (serci), la sistemazione degli elementi strutturali (trasti, fiuboni, kolombe e nomboli) infine si impermeabilizza il tutto.

particolare di una Gondola

Quale particolarità ha la gondola rispetto ad altre imbarcazioni che possiamo solitamente vedere lungo fiumi e laghi italiani? Vediamole insieme.
Come dicevamo prima la scelta delle assi legno è essenziale ed è la prima fase della costruzione delle gondole. Le assi prima di essere lavorate dal maestro d’ascia restano a stagione per un intero anno. Nel momento in cui si comincia la realizzazione vera e propria si prepara l’ossatura della barca, poi le fiancate (serci), la sistemazione degli elementi strutturali (trasti, fiuboni, kolombe e nomboli) infine si impermeabilizza il tutto.

I gondolieri: i veri re della gondola

Nella mente di tutti, l’immagine del gondoliere a Venezia è quella di maglie a righe, pantaloni neri e il famoso cappellino di paglia. Lo sapete che questa famosa “divisa” però è recente? È legata al film “Venezia, la luna e tu” in cui Alberto Sordi interpreta proprio un affascinante gondoliere.
Il mestiere del gondoliere è un lavoro antico e per qui è necessaria una preparazione importante. Pensate che per condurre la gondola bisogna frequentare una scuola apposita e affrontare un esame finale . Inoltre è importante studiare alcune lingue straniere e la storia di Venezia.
Quanti sono i gondolieri? Oltre 600. Girando per i canali dell’affasciante città di Venezia sono proprio loro i custodi di moltissimi segreti della Serenissima. 

La gondola, storia e curiosità di un simbolo di Venezia ultima modifica: 2020-07-22T10:40:43+02:00 da Andrea Cacco
To Top