La devozione di Santa Lucia a Venezia tra storia, cronaca e spiritualità - itVenezia

itVenezia

FESTE E SAGRE TRADIZIONI

La devozione di Santa Lucia a Venezia tra storia, cronaca e spiritualità

Santuario Santa Lucia

Le spoglie mortali del corpo di Santa Lucia sono custodite, da oltre ottocento anni, a Venezia. E questo fa della città lagunare un importante luogo di devozione della Santa di Siracusa. Ma le cronache veneziane più recenti ricordano Santa Lucia anche per il trafugamento dei suoi resti, una storia dalle tinte ancora misteriose che risale a 38 anni fa. Partiamo dall’inizio, come mai le spoglie della vergine siracusana si trovano proprio a Venezia?

Immagine Santa Lucia

Santa Lucia, vissuta tra il terzo e il quarto secolo dopo Cristo, subì il martirio, secondo la tradizione, il 13 dicembre del 304. Il suo corpo restò per molti secoli a Siracusa fino a che, nel 1039, i resti mortali della Santa furono portati a Costantinopoli, come bottino di guerra, dal generale Manice che aveva strappato Siracusa al dominio islamico. Qui entra in gioco Venezia. Fu infatti il doge Enrico Dandolo, durante la IV crociata nel 1204 (o 1206), a prelevare a Costantinopoli le spoglie della Santa e a portarle a Venezia.

La stazione ferroviaria di Venezia dedicata proprio a Santa Lucia

In primo momento furono accolte nella chiesa di San Giorgio Maggiore. Ma tale era la devozione alla Santa che, il 13 dicembre del 1279, l’afflusso ingente di barche di pellegrini provocò il rovesciamento di alcuni natanti e un certo numero di morti. Alla ricerca quindi di una sede in città e non più in un’isola, il Senato della Serenissima individuò a questo scopo una chiesa di Cannaregio: Santa Maria Annunziata detta “della Nunciata”. Il corpo di Santa Lucia arrivò qui il il 18 gennaio 1280 con una solenne processione.

Facciata Santuario

Meno cinquant’anni dopo venne eretta una nuova chiesa specificatamente a lei dedicata, consacrata nel il 1313. La chiesa fu demolita a metà Ottocento per la costruzione della nuova stazione ferroviaria. Per questo il terminal ferroviario della città lagunare si chiama appunto Venezia Santa Lucia. Le spoglie della Santa – protettrice degli occhi, degli oculisti, degli elettricisti e dei bambini – furono quindi accolte nella vicina chiesa di San Geremia, Santuario di Lucia, dove attualmente si trovano.

Il furto delle spoglie della Santa e il loro ritrovamento dopo circa un mese, era il 13 dicembre 1981

Fin qui la storia. La cronaca ci racconta che la sera del 7 novembre 1981 due giovani, entrati furtivamente nella chiesa, ruppero la teca di cristallo e prelevarono i resti della Santa avvolti in un tessuto di velluto rosso. Non tutti, nella concitazione lasciarono nella teca la testa e la maschera d’argento che la ricopriva.

Urna Santa Lucia

Nel mese successivo arrivarono le richieste più strane. Da un allarme bomba nella chiesa delle reliquie ad una richiesta di riscatto di 200 milioni di lire fatta pervenire alla redazione Ansa di Milano. Poi il ritrovamento dei resti, erano nascosti in un capanno in barena, dentro un sacco di plastica. Dopo oltre un mese le spoglie di Santa Lucia tornarono nella chiesa di San Geremia il 13 dicembre.

In Santuario la messa del Patriarca a cui si potrà assistere anche da casa

Il presente ci informa che anche quest’anno, nonostante le restrizioni imposte dalla pandemia, oggi 13 dicembre alle 11, nel Santuario, il Patriarca Francesco Moraglia presiederà una Messa solenne che verrà trasmessa in diretta sul canale tv Antenna 3 e sulla pagina Facebook del settimanale Gente Veneta. La chiesa resterà aperto dalle 7.50 alle 18 con altre due messe alle 8.30 e alle 17. Ma l’invito ai pellegrini è di partecipare alle celebrazioni nei giorni precedenti e seguenti la ricorrenza.

Interno Santuario Santa Lucia

Nel Santuario potranno essere presenti, infatti, non più di cento persone e non sarà possibile comunque toccare o avvicinarsi all’urna della Santa. Ma sarà possibile pregarla anche in famiglia o personalmente. Un sussidio pubblicato sul sito del Santuario potrà essere utile per questa preghiera da casa. Sempre su https://www.santuariodilucia.it/ si trovano tutte le informazioni relative a questo particolarissimo 13 dicembre 2020, giorno di Santa Lucia.

(credit ph. Santuario di Santa Lucia)

La devozione di Santa Lucia a Venezia tra storia, cronaca e spiritualità ultima modifica: 2020-12-13T09:00:00+01:00 da Cristina Campolonghi

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x