LO SAPEVI CHE STORIA, ARTE E CULTURA

San Trovaso – Una chiesa per due

chiesa San Trovaso

San Trovaso è una delle chiese più antiche di Venezia. Nicolotti e Castellani, ma anche vescovi e patriarchi, furono spesso in conflitto per questo luogo di culto. Fu così che vennero erette due facciate, una per contendente.

Una delle chiese piú antiche di Venezia

La chiesa di San Trovaso, il quale nome deriva dalla contrazione veneziana dei Santi Gervasio e Protasio, è una delle chiese più antiche di Venezia. La prima costruzione è riconducibile alla fondazione della città lagunare, mentre l’attuale è del XVI secolo, opera di ignoto architetto della scuola del Palladio.

chiesa San Trovaso

Una delle due facciate gemelle della chiesa di San Trovaso

La storia di questa chiesa è legata a quella della fazione dei Nicolotti, sempre in disputa con i Castellani, tanto da essere tuttora ricordati per le guerre dei pugni e per le colonne d’Ercole.

Al suo interno possiamo ammirare importanti opere, quali l’Ultima Cena di Jacopo Tintoretto dipinta nel 1564-66, le pregevoli tele del figlio Domenico, i dipinti di Palma il Giovane e la testa di Vergine di Rosalba Carrera. Le opere lignee del presbiterio vengono attribuite al cadorino Andrea Brustolon, mentre la bellissima tavola quattrocentesca di San Crisogono a cavallo è opera di Michele Giambono.

chiesa San Trovaso

Jacopo Tintoretto – L’ultima Cena

Le due facciate

La chiesa è stata spesso al centro di controversie e di disaccordi, tanto che è dotata di due facciate quasi identiche. Si dice che una fosse l’ingresso dei Nicolotti e l’altra quella dei Castellani, così si sarebbero evitate le liti ed i battibecchi. Ma le dispute non erano circoscritte all’ambiente popolano, andavano ben oltre. Le due facciate di stile palladiano, sono una rivolta verso il Campo di San Trovaso e l’altra verso l’omonimo rio.

I due alti prelati

Olivolo, con Rivo Alto (Rialto), fu uno dei primi insediamenti di quella che diverrà la città di Venezia. Fu una delle prime sedi vescovili della laguna, spesso in conflitto con il patriarcato di Grado.

La chiesa di San Trovaso fu sottoposta alle autorità sia dei patriarchi di Grado, che dei vescovi di Olivolo. A seguito di varie polemiche, nel 1041 si giunse al compromesso: ambedue i prelati avrebbero eletto e comandato il pievano di San Trovaso, il quale avrebbe dovuto sottoporsi a giuramento di fedeltà ed obbedienza ad entrambi i superiori.

chiesa San Trovaso

Nizioleto

I due Santi

La tradizione vuole che San Vitale e santa Valeria fossero il padre e la madre dei gemelli Gervasio e Protasio. Ma in origine la chiesa era intitolata ai Santi Gervasio, Protasio e Crisogono vescovo e martire d’Aquileia.

All’epoca erano infatti qui venerate anche le spoglie di san Crisogono, che però scomparvero misteriosamente nel 1583, quando la chiesa crollò. Il corpo del santo fu quasi sicuramente riportato a Zara dov’era in origine. Nella chiesa di san Protasio rimasero le ossa di un braccio.

chiesa San Trovaso

Lo squero di San Trovaso

Lo squero di San Trovaso

Tuttora qui vengono costruite e riparate le gondole ed altre imbarcazioni lagunari a remi. E’ uno dei pochi squeri rimasti in città e prende il nome dall’adiacente chiesa. E’ attivo dal 600, quando i maestri d’ascia cadorini si insediarono a Venezia. Osservando le strutture degli squeri, si può infatti notare che alcuni di questi cantieri sono molto simili alle tipiche costruzioni delle alpi venete.

Franco Corè

Autore: Franco Corè

Rimango spesso affascinato dall’atmosfera veneziana e mi chiedo il perché di tanta ed irresistibile attrazione. Mi immergo così con passione in ciò che riguarda la storia, i segreti e leggende della città di San Marco

San Trovaso – Una chiesa per due ultima modifica: 2018-06-09T11:34:46+00:00 da Franco Corè
Summary
Article Name
San Trovaso, una Chiesa per due.
Description
San Trovaso è una delle chiese più antiche di Venezia. Nicolotti e Castellani, ma anche vescovi e patriarchi, furono spesso in conflitto per questo luogo di culto. Fu così che vennero erette due facciate, una per contendente.

Commenti

To Top