EVENTI

Una corsa all’alba: a Venezia arriva Run5.30

corsa

La corsa è un’attività salutare. Migliora l’autostima, rallenta l’invecchiamento, rende più longevi. Correre alle 5.30 in una delle città più belle del mondo è un’esperienza straordinaria. Venerdì 14 luglio appassionati di corsa e di Venezia non perdete l’appuntamento con 5.30 Venezia. Si corre alle Zattere!  Qualcuno storgerà il naso a pensare di conrrere alle 5.30 del mattino. Soprattutto se si pensa che le nostre giornate sono sempre piene di impegni. Eppure è una possibilità per scoprire la città in un’atmosfera unica. Scoprire i profumi.  E poi iniziare la giornata con un po’ di sport aiuta a tenersi in forma!

Run 5.30

5,3 km non competitivi nel cuore della città alle 5.30 di un giorno lavorativo per promuovere un sano stile di vita attraverso il movimento, il cibo, la cultura, l’arte e l’esperienza, nel contesto in cui la gente vive e lavora. Tutto questo, con un evento sostenibile a impatto zero.

La prima 5.30 è stata corsa a Modena nel 2009 con 578 partecipanti. Nel 2016 il progetto ha coinvolto più di 35.000 partecipanti in Italia UK e USA.  L’evento è organizzato da Ginger, una società sportiva dilettantistica che promuove sane abitudini di vita attraverso il movimento, il cibo, la cultura, l’arte, l’esperienza

corsa

La locandina dell’evento

Appuntamento alle Zattere

L’appuntamento è per tutti. Amici, famigliari, insomma, tutti da 0 a 120 anni (posti limitati a 2.000).

E’ possibile iscriversi recandosi in due punti
Dal 1 marzo:
– EssetreSport Via Cà Rossa, Mestre
– Tabaccheria di Gino, in San Barnaba, Venezia

La quota di iscrizione
Singoli: 12 euro (15 euro dal 15 luglio)
Gruppi di almeno 10 persone, solo con iscrizione online fino al 14 luglio: 10 euro + 0,9 euro (costo servizi bancari).

La quota di iscrizione comprende la t-shirt celebrativa 5.30 e l’adesivo. E’ previsto un punto ristoro con frutta fresca di stagione thè e acqua. Ovviamente c’è l’assistenza medica…
… e la possibilità di vivere un’esperienza da ricordare!

Frutta, Corsa e Solidarietà

Per ogni iscritto gli organizzatori considerano circa due etti di frutta a testa. Dopo aver monitorato il consumo di frutta in ogni tappa, si è notato  che ciò che bastava alle persone era molto meno. “Nella stagione delle ciliegie contammo tantissimi bicchieri buttati con 5/6 ciliegie ancora intatte.” raccontano gli organizzatori.
Uno degli scopi del progetto 5.30 è far apprezzare e assaporare i frutti nella giusta quantità. Tutto quello che avanza in ogni tappa, viene donato alle mense dei poveri e alle associazioni del territorio.

Lucia Vazzoler

Autore: Lucia Vazzoler

Letteratura, teatro e radio. E tanta musica. Questi gli interessi che giorno dopo giorno arricchiscono la mia valigia. Vengo dalla provincia veneta, ora vivo a Trieste e lavoro a Radio Fragola.

Una corsa all’alba: a Venezia arriva Run5.30 ultima modifica: 2017-06-30T11:11:46+00:00 da Lucia Vazzoler

Commenti

To Top