EVENTI STORIA, ARTE E CULTURA

La musica si racconta nel Salotto Improvvisato. Sei incontri al Londra Palace

musica londra palace

Come nasce una creazione musicale? Quali sono gli stimoli, i momenti ispirativi che portano allo sviluppo di una composizione in musica? Se ne parlerà nei sei appuntamenti proposti anche quest’anno dall’Hotel Londra Palace nell’ambito dell’interessante iniziativa “Il Salotto Improvvisato”. Salotto di incontri, chiacchiere, improvvisazioni con sei compositori. Esperienza praticamente inedita a Venezia, giunta alla sua terza edizione, con un seguito di artisti (sono in molti ormai a proporsi di anno in anno ai due curatori, il critico musicale Enrico Bettinello e il musicologo Veniero Rizzardi) e di pubblico davvero interessante.

Salotto Improvvisato 1

Londra Palace

Il luogo più affascinante di Venezia

Luogo ideale, il Londra Palace, per raccontare dove la nasce la forza creativa dei musicisti e degli artisti in generale. Ideale perché questo raffinato albergo in Riva degli Schiavoni, affacciato sul Bacino di San Marco – con un primo nucleo originale che risale a metà Ottocento, quando si chiamava Hotel d’Angleterre & Pension – è da sempre ambito crocevia di personaggi famosi, artisti, intellettuali. Hanno soggiornato qui Gabriele D’Annunzio, Jorge Luis Borges, Iosif Brodskij. Ma anche il compositore russo Pyotr Tchaikovsky che proprio in questo hotel, nella stanza 106, ha composto i primi tre movimenti della Sinfonia N.4 che in origine si intitolava Do Leoni.

musica londra palace

Enrico Zanisi

Tchaikovsky forse non ha mai del tutto lasciato il Londra Palace e Venezia

Dal passato al presente, quale sede migliore per la rassegna del Salotto Improvvisato che vuole celebrare appunto anche il grande compositore russo. Infatti, ai sei artisti invitati, viene chiesto ogni anno di eseguire o improvvisare un brano inedito (che verrà registrato dal vivo) ispirato a una qualsiasi opera di Tchaikovsky. Uno dei pregi maggiori dell’iniziativa è il fatto di rappresentare un punto di incontro (e non è facile trovarne in giro) tra chi crea la musica e chi la ascolta.

L’artista si mette “a disposizione” del pubblico, risponde alle sue domande, soddisfa le curiosità. Rende più chiaro e fruibile il proprio processo creativo. Esperienza salottiera che un po’ si rifà all’idea della musica da camera tradizionale. Ma con quel in più rappresentato dal raccontarsi dell’artista che si prolunga in un aperitivo a cui partecipa anche il musicista. “Un modo – come sottolineano i due curatori – per desacralizzare il rito del concerto in un luogo che fa dell’informalità il suo lusso”.

musica londra palace

Patrizia Laquidara

Gli ospiti del Salotto Improvvisato e la loro musica

Eccellenza di ospiti e di generi musicali per l’edizione 2019. A cominciare dall’incontro con Patrizia Laquidara in programma il 7 marzo. Artista poliedrica con una partecipazione al Festival di Sanremo nel 2003, ma anche poetessa e scrittrice. Protagonista dell’incontro del 21 marzo sarà Enrico Zanisi, giovanissimo compositore e pianista romano talentuoso del jazz italiano. Il 4 aprile sarà la volta di Alessandro Grazian. Figura molto eclettica. Cantante ma anche musicista, compositore, pittore e fumettista, grande esperto di film in costume greco-romano e grande conversatore. In un salotto improvvisato questo può fare la differenza.

Il 18 aprile si racconterà la violinista Valeria Sturba. Bravissima a suonare il theremin. Capace di trattare qualsiasi giocattolo sonoro oltre ad attraversare tanti generi musicali col piacere di mescolarli insieme. Penultimo appuntamento il 2 maggio con il polistrumentista Enrico Gabrielli. Clarinettista di grande inventiva che, chi ha visto Sanremo 2019, ha conosciuto al Dopofestival. Si chiude il 16 maggio con Rosa Brunello. Un’eccellenza del territorio (è di Mogliano Veneto), contrabbassista che in questo progetto utilizzerà musica ed elettronica.

musica londra palace

Valeria Sturba

Come partecipare? L’ingresso è gratuito ma solo su prenotazione. Tutti gli incontri iniziano alle 19 e durano circa un’ora. Per informazioni e prenotazioni scrivere a press@londrapalace.com e attendere conferma.

Cristina Campolonghi

Autore: Cristina Campolonghi

Veneziana, laureata in Lettere all’Università Ca’ Foscari, giornalista professionista dal 1989. Ha lavorato per anni al quotidiano Il Gazzettino e nella redazione veneta della Rai. Collabora con riviste, uffici stampa, siti web. Cronista sensibile ai diversi aspetti della sua città: cultura, società, costume, turismo, ambiente

La musica si racconta nel Salotto Improvvisato. Sei incontri al Londra Palace ultima modifica: 2019-02-28T18:47:41+02:00 da Cristina Campolonghi

Commenti

To Top