INTERVISTE

La biodanza a Mestre, un’attività per conoscere e conoscersi

biodanza

Mara D’Ambruoso, maestra elementare mestrina, è nota per essere da sempre appassionata ed attiva in tutto ciò che aiuta a far star bene il corpo e l’anima. Insegnante di biodanza, pratica ideata negli anni sessanta da uno psicologo cileno, che utilizza musica e interazioni di gruppo per rafforzare l’equilibrio psicofisico, è stata fra i primi docenti a ideare e utilizzare la biodanza con i bimbi delle scuole primarie.

biodanza

Una lezione di biodanza

– Hai perfezionamento un metodo di biodanza per i più piccoli, come funziona?

Come facilitatrice di biodanza e insegnante di scuola primaria, ho ideato un metodo che  integra alcune materie, in particolar modo la grammatica italiana. Il fenomeno dell’apprendimento coinvolge non solo le funzioni corticali, ma anche il livello affettivo-emotivo e quello corporeo. Mi è sembrato molto stimolante cercare una strategia nuova, con la quale, attraverso le sessioni di biodanza, le parti costitutive del discorso diventano personaggi con il loro ruolo e la loro peculiarità.

I bambini danzano questi personaggi e le loro caratteristiche come fossero archetipi, incorporando il concetto fondamentale che la frase è specchio della vita con i suoi rapporti di forza e debolezza, con le sue regole e con le reciproche simpatie e ostilità. Danzando è possibile lavorare sull’identità e sull’autostima,  superare la timidezza iniziale, la paura di essere giudicati e il bisogno di approvazione. Per ogni parte del discorso (nome comune e proprio, articoli, aggettivi, verbi etc.) è stato creato un esercizio. La verifica finale è la creazione collettiva di una storia come filo conduttore del percorso.

Biodanza

La biodanza può essere molto utile per la crescita dei bambini

– A un’insegnante di lungo corso bisogna per forza chiedere il suo parere su come vede la scuola di oggi…

Come ” insegnante di lungo corso” credo che la scuola dovrebbe stimolare i boccioli dell’infanzia, il suo entusiasmo, la  creatività, la capacità di risolvere i conflitti, la salute, l’autostima e il senso dell’autentico e della verità. Oggi nella scuola non si  impara ad aver fiducia in se stessi e ad amare: l’educazione attuale non riesce a risvegliare nei singoli il seme naturale della vitalità, la libertà intellettuale e le attitudini individuali. Per questo il compito dei maestri è l’integrazione affettiva, la scoperta della realtà e lo stupore di ogni giorno, creando le condizioni ecologiche per la salute e lo splendore del bambino.

– Infine, pratichi ed organizzi anche in acqua e corsi per adulti, qualche anticipazione per la stagione che sta per cominciare?

Anche quest’anno riprende il percorso di Biodanza  per adulti a cadenza settimanale ogni lunedì alle ore 20.45 a Mestre (Venezia) presso la palestra del Dopolavoro Ferroviario.   Da novembre riprenderà anche un’altra pratica rilassante e molto utile, quella delle serate nelle piscine termale delle terme euganee, nel padovano.

Per saperne di più scrivi a una mail a: mara_dambruoso@yahoo.it

Gigi Fincato

Autore: Gigi Fincato

Veneziano, giornalista professionista e dj. Ha lavorato per anni nell’emittenza radio-televisiva locale, come speaker a radio Venezia ed a radio Base Popolare Network, e come redattore della tv Antenna Tre di Treviso e del quotidiano Il Gazzettino di Venezia. Collabora per la formazione alla scuola Buzzati dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto.

La biodanza a Mestre, un’attività per conoscere e conoscersi ultima modifica: 2018-09-28T14:39:22+00:00 da Gigi Fincato

Commenti

To Top