VENEZIA DA SCOPRIRE

Chi xe che ga case nove, case nove da fitàr?

case

“Chi xe che ga case nove, case nove da fitàr?” diceva una vecchia ninna-nanna veneziana. Oggi più che una nenia tranquillizzante, potrebbe essere una frase per tener sveglia la gente tutta la notte in preda al terrore. In questo periodo infatti, si fa un gran parlare dei veneziani che lasciano le loro case per trasferirsi in terraferma. Tutti ormai conoscono le polemiche legate a questo problema. Le conseguenze di un progressivo abbandono della città sono molto serie. Venezia potrebbe finire per diventare un grande parco a tema, svuotato di tutta la sua umanità, della sua anima. Se n’è accorta anche Isabelle Kahna, una turista francese che ha inviato una petizione al presidente del Consiglio dei Ministri italiano.

case

Sempre più turisti e meno veneziani

L’avidità che distrugge la città

Tra le tante domande che questa amante di Venezia pone ce n’è una che parla proprio dei suoi abitanti. “Che cosa aspettate per frenare l’esodo della popolazione veneziana, erede di una storia e di una tradizione e che a malincuore non può abitare la sua città per via degli affitti esorbitanti e dei servizi di volta in volta più scadenti?”. Obbiettivo centrato. Affitti esorbitanti. Trovare una casa in città che non abbia un contratto turistico è già un miracolo. Ma trovare un contratto per residenti che non costi una follia è addirittura fantascienza.

case

L’alternativa è Marghera

Le case per gli studenti…

Ma chi è che fa le spese di questa situazione? Prima di tutto gli studenti. On line si trovano annunci che potrebbero sembrare scherzi, se non fossero tragicamente reali. Così una stanza singola per studenti può costare addirittura 650 euro al mese, ma con le spese incluse però! Con le spese incluse cambia tutto. In altri annunci si può arrivare al ridicolo, con chi offre per 400 euro un posto letto in una stanza doppia o addirittura tripla. Studenti ammassati in stanze buie come animali. Loculi che però si pagano a peso d’oro.

case

Un annuncio di affitto per studenti

…e quelle per i residenti

Che succede invece a chi vuole trasferirsi a vivere a Venezia, magari per costruirsi una famiglia? Poniamo che una giovane coppia voglia trovare una casa in affitto. Per i fortunati che oggi hanno un lavoro, lo stipendio medio è attorno ai mille euro al mese. Bene, un’abitazione normale costa non meno di 900 euro se si è fortunati. Stiamo parlando di un intero stipendio che se ne va per l’affitto, spese escluse in questo caso. Ma se si è sfortunati si può pagare tranquillamente più di 1000 euro per un monolocale al piano terra. “Udite, udite! 30 metri quadri spaziosi, non arredato, con ampia vista sulla calle. Allagabile. Il proprietario fornisce anche comodi stivali contro l’acqua alta.” Che si può pretendere di più dalla vita?

Andrea Castello

Autore: Andrea Castello

Nasce come restauratore di opere d’arte a Venezia, dove collabora anche con vari giornali locali e nazionali. Si sposta prima in Francia e poi a Malta dove lavora come istruttore di sub per alcuni anni. Le grandi passioni che guidano la sua vita sono la pittura, la buona cucina e naturalmente la scrittura.

Chi xe che ga case nove, case nove da fitàr? ultima modifica: 2017-08-31T11:07:52+00:00 da Andrea Castello

Commenti

To Top