itVenezia

ARTE COSA VEDERE VENEZIA DA SCOPRIRE

HYPERVENEZIA: un inventario fotografico della città in mostra a Palazzo Grassi

HYPERVENEZIA

Mario Peliti, architetto, editore e gallerista con una grande passione per la fotografia, ha raccontato che non ci ha dormito di notte fino a che la mostra non è stata pronta. Perchè HYPERVENEZIA, appena aperta a Palazzo Grassi fino al prossimo 9 gennaio, lo vede per la prima volta in veste di autore-protagonista di un allestimento così importante. Un itinerario veneziano di foto in bianco e nero scattate nel centro storico lungo un percorso lineare da est a ovest scandagliando sestiere per sestiere. Alla ricerca non di quelle immagini molto scenografiche che Venezia sa dare in particolari condizioni di luce, di trasparenza dell’aria, di riflessi e di atmosfere. Ma piuttosto fissando la città in sè e per sè, scatto dopo scatto. Regalando un’immagine di Venezia che nel suo insieme è un po’ intrigante, un po’ incredibile, un po’ misteriosa …

Gli scatti in bianco e nero di Mario Peliti protagonisti di HYPERVENEZIA, omaggio ai 1600 anni dalla fondazione della città

Eccola tutta qua la mostra HYPERVENEZIA, una specie di inventario architettonico esaustivo della città e che è ancora work un progress. Al primo piano di Palazzo Grassi (riaperto dopo mesi di chiusura per manutenzione) si traduce in un allestimento immersivo attorno a tre installazioni. La prima, un percorso lineare di circa 400 fotografie che ripercorrono un ideale itinerario per i sestieri della città. La seconda, una installazione video che di questo monumentale lavoro fotografico svela oltre tremila immagini. La terza, una veduta a volo d’uccello ispirata alla cinquecentesca mappa Venetiae MD di Jacopo de’Barbari, ricompone un mosaico di circa 900 immagini geolocalizzate che offrono una panoramica della città. Le foto ricostruiscono come un puzzle i contorni della mappa originale e portano il visitatore a ri-orientarsi nella “nuova” città proposta da questo allestimento. A legare il tutto, le note di una composizione musicale realizzata ad hoc per questa mostra.

HYPERVENEZIA mostra
Venice Urban Photo Project / Mario Peliti. Castello, Via Garibaldi, 2015 

Singolare omaggio di Palazzo Grassi ai 1600 dalla fondazione della città. Facendo “proprio” un progetto che Mario Peliti (romano ma ormai anche veneziano) ha avviato nel 2006, iniziando a mappare sistematicamente la città con le sue fotografie. Tutte rigorosamente in bianco e nero, senza persone, senza ombre, in modo da poterne leggere ogni dettaglio adesso e in futuro. Ad oggi l’archivio fotografico conta oltre dodicimila scatti. Il fondo fotografico finale – pronto probabilmente entro il 2030 – dovrebbe essere di più di ventimila immagini.

Un archivio digitale dedicato a Venezia all’inizio del terzo millennio

Mario Peliti le cederà all’Iccd, Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione e alla Sovrintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio di Venezia. Venice Urban Photo Project è il titolo di questo progetto, per la creazione di un archivio digitale dedicato alla città lagunare all’inizio del terzo millennio.

Hypervenezia Mappa
Installation view, HYPERVENEZIA, Palazzo Grassi, 2021. Ph. Marco Cappelletti © Palazzo Grassi

HYPERVENEZIA, il titolo della mostra scelto dal curatore Matthieu Humery, significa al di là, al di sopra di Venezia. Un’esperienza che va oltre. Per rendere la sensazione di straniamento che si prova osservando le immagini fotografiche di luoghi dove spesso passiamo senza davvero osservarli. Proponendo l’idea di una città al massimo splendore architettonico e che in cinquant’anni ha perso due terzi dei suoi abitanti. A corredo di questo progetto espositivo, il catalogo trilingue (italiano, inglese, francese): 464 pagine con 370 immagini in bianco e nero co-edito da Marsilio Editori e Palazzo Grassi-Punta della Dogana.

Bruce Nauman a Punta della Dogana e gli appuntamenti al Teatrino di Palazzo Grassi

A margine di questa mostra, l’altra sede veneziana della Pinault Collection a Punta della Dogana ospita (sempre fino al 9 gennaio) Bruce Nauman: Contrapposto Studies.

Bruce Nauman a Punta della Dogana
Bruce Nauman, Contrapposto Studies, I through VII, 2015-2016, Pinault Collection e Philadelphia Museum of Art. Installation View, Bruce Nauman: Contrapposto Studies, Punta della Dogana, 2021. Ph. Marco Cappelletti © Palazzo Grassi © Bruce Nauman by SIAE 2021

E’ ripartita inoltre la stagione del Teatrino di Palazzo Grassi con un ricco programma di appuntamenti per la maggior parte gratuiti che animeranno la prossima stagione autunnale con più di 30 giornate di programmazione. Proiezioni audio visive, musica contemporanea, attività formative come laboratori speciali con artisti internazionali, master class e giornate studio, incontri e iniziative di social inclusion. Fra le tante proposte, il primo progetto espositivo mai presentato al Teatrino, Gestus. Una mostra articolata in due atti a cura di VideoSoundArt e ispirata alle riflessioni sull’essere corpo inaugurate dai grandi maestri teatrali del ‘900.

Al Teatrino di Palazzo Grassi anche un appuntamento-omaggio a Emergency e al suo fondatore Gino Strada

Torna inoltre per una nuova edizione il progetto Altri Sguardi con un incontro aperto al pubblico – il 21 dicembre – con EMERGENCY, in ricordo del fondatore Gino Strada. L’edizione 2021 di Grand Tour, appuntamento dedicato al mondo dei servizi educativi museali, quest’anno vede protagonista la prestigiosa istituzione ECAL University of Art and Design di Losanna in Svizzera.Tutti gli appuntamenti al Teatrino di Palazzo Grassi sono comunicati e costantemente aggiornati sul sito di Palazzo Grassi (www.palazzograssi.it ) alla voce Calendario.

(foto in evidenza: Venice Urban Photo Project / Mario Peliti. San Marco, Corte del Teatro, 2015)

HYPERVENEZIA: un inventario fotografico della città in mostra a Palazzo Grassi ultima modifica: 2021-09-17T19:46:55+02:00 da Cristina Campolonghi

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Molto interessante!

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x