EVENTI STORIA, ARTE E CULTURA

La Belle Epoque torna a Venezia con la Musica Romantica Francese

musica romantica francese

La musica a Venezia parla anche francese. Lo fa dal raffinato e venezianissimo Palazzetto Bru Zane, “appendice” del più grande Palazzo Zane – abitazione dell’omonima famiglia – voluta nel 1695 da Marino Zane come sua dependance destinata allo svago e al divertimento. Siamo nel sestiere di San Polo, poco lontano da campo San Stin. Il Palazzetto, di pregevole valore artistico e con un accogliente giardino, restaurato nel 2008 dalla Fondation Bru, da una decina d’anni è stato restituito alla sua vocazione originaria di luogo dedicato alla musica, sede del Centro di Musica Romantica Francese.

musica romantica francese

Il giardino di Palazzetto Bru Zane

La Musica Romantica Francese di Offenbach

Si apre il prossimo 29 settembre la nuova stagione del Centro con il festival autunnale, quest’anno dedicato al maestro dell’operetta Jacques Offenbach (1819-1880). Dieci concerti, 14 cantanti, 16 musicisti, una conferenza: sono i numeri di un ambizioso programma che si articolerà in due sedi, Palazzetto Bru Zane e la vicina Scuola Grande di San Giovanni Evangelista. Protagonista Offenbach perchè nel 2019 ricorrerà il centenario della sua nascita e perché, grazie a Offenbach, il Centro di Musica Romantica Francese vuole proporre la Parigi della “musica leggera” di quegli anni.

musica romantica francese

Jacques Offenbach

Partito come virtuoso del violoncello, Offenbach si lasciò contagiare dall’umorismo dei generi comici che si erano diffusi a Parigi già a fine Settecento elaborandoli in chiave molto personale. Fra i dieci appuntamenti, le Chansons da caffè-concerto (tenore Rodolphe Briand, al pianoforte Vincent Leterme) in programma il 9 ottobre. La serata sarà un tuffo nell’atmosfera tipica dei caffè-concerto tanto diffusi nella Francia della seconda metà dell’Ottocento (li vediamo nelle opere di famosi pittori come Toulouse-Lautrec) e si chiuderà con un brindisi finale.

La primavera in musica

Atmosfere più serie invece per i temi che caratterizzeranno il festival di primavera, dal 6 al 28 aprile 2019. Otto concerti, 18 musicisti, 2 cantanti, una conferenza dedicati a “I musicisti nella Grande Guerra”, tema scelto per ricordare il centenario del Trattato di Versailles che pose fine alla prima guerra mondiale. Mélodies e musica da camera “racconteranno” in musica un periodo tormentato ma comunque fertile dal punto di vista artistico e partecipe degli slanci patriottici dell’epoca.

musica romantica francese

Toulouse-Lautrec, Ballo al Moulin Rouge

Non solo festival. Palazzetto Bru Zane propone anche tre appuntamenti rispettivamente per Carnevale (23 e 24 febbraio), Giornata della donna (8 marzo) e Art Night (22 giugno). Oltre ai concerti anche tante attività didattiche rivolte alle scuole primarie, materne e secondarie, attività (siamo alla settima edizione) che hanno avuto grande successo con oltre mille giovani partecipanti ogni anno.

Ascoltatela dove volete…

Meritano un cenno pure la Bru Zane Classical Radio che diffonde in tutto il mondo il repertorio romantico francese (e trasmetterà in diretta i concerti in programma a Venezia) e il data base on line Bru Zane Mediabase con la prossima pubblicazione, fra l’altro, del Fondo Bornemann che conserva più di mille chanson, scene comiche e divertenti frontespizi dell’epoca dei caffè-concerto parigini.

Stagione ricca per Hervé Combaz, nuovo direttore del Centro.

Per maggiori informazioni clicca qui.

Cristina Campolonghi

Autore: Cristina Campolonghi

Veneziana, laureata in Lettere all’Università Ca’ Foscari, giornalista professionista dal 1989. Ha lavorato per anni al quotidiano Il Gazzettino e nella redazione veneta della Rai. Collabora con riviste, uffici stampa, siti web. Cronista sensibile ai diversi aspetti della sua città: cultura, società, costume, turismo, ambiente

La Belle Epoque torna a Venezia con la Musica Romantica Francese ultima modifica: 2018-09-24T17:14:16+00:00 da Cristina Campolonghi

Commenti

To Top