itVenezia

ARTE EVENTI STORIA, ARTE E CULTURA

La rinascita europea e il suo patrimonio culturale: un summit a Venezia

Summit Europa Nostra

Con uno scampanio, che ha fatto eco dall’Olanda alla Norvegia, dal Portogallo al Kosovo, dall’Albania alla Polonia, si è aperto ieri a Venezia, alla Fondazione Cini nell’isola di San Giorgio, il summit del patrimonio culturale Per una nuova rinascita europea. Proprio a Venezia, spiega Europa Nostra che ha promosso l’evento, perché questa città è un simbolo che racconta tanto del nostro futuro quanto del nostro passato. A mezzogiorno un “Ringing the Bells per la Pace ed il Patrimonio Culturale” (in occasione anche della Giornata Internazionale della Pace) ha aperto i lavori. Quattro giorni di incontri, dibattiti, conferenze per portare al centro dell’attenzione mondiale la grande Europa culturale aperta anche ai patrimoni di Russia e Turchia.

I leader mondiali insieme per la salvaguardia della grande cultura europea

Al summit partecipano importanti leader mondiali, in presenza o collegati, insieme solidali nel progetto di salvaguardia della grande cultura europea. Con un messaggio di Antonio Gutteres, segretario delle Nazioni Unite. Con il patrocinio del Parlamento Europeo nella figura del presidente italiano David Sassoli, che non può partecipare all’evento ma che ha dato al summit il suo supporto. E con la partecipazione in presenza del Ministro per i beni, le attività culturali e il turismo Dario Franceschini. Sarà a Venezia per ribadire il ruolo leader dell’Italia nella tutela del patrimonio culturale europeo. Il Summit contribuisce a due iniziative chiave per i cittadini lanciate dalle istituzioni dell’UE, il Nuovo Bauhaus Europeo e la Conferenza sul futuro dell’Europa.

Dall’Europa a Venezia, città simbolo per la tutela del patrimonio culturale

L’organizzazione Europa Nostra si è fatta promotrice di una grande rete, come ha spiegato la Segretaria Generale Sneška Quaedvlieg-Mihailović, per lavorare insieme. Con “esponenti del campo del patrimonio culturale provenienti da tutta Europa, comprese le organizzazioni della società civile, le autorità locali, regionali, nazionali e comunitarie. Vogliamo che il nostro summit lasci un’eredità duratura“. La conferenza è il primo grande evento europeo che si svolge in presenza. Un momento molto speciale per la città lagunare che ha un ruolo da protagonista in tutte le urgenze e le problematiche legate al patrimonio culturale e alla necessità della sua tutela.

Dai cambiamenti climatici alle criticità legate al turismo di massa. Il summit è un appuntamento per fare il punto su tutto. “Una tappa importante ma comunque una delle tappe di un lavoro work in progress” così Paola Marini, Presidente dei Comitati Privati Internazionali che “da oltre cinquant’anni si dedicano alla salvaguardia della città”. Una città dove la pandemia non ha fermato le attività di tutela del patrimonio. “I lavori di restauro sono andati avanti, in silenzio ma attivi. A Torcello come a San Marco, a San Giovanni Evangelista e alle Gallerie dell’Accademia, alla mostra dei 1600 anni”.

Summit Europa Nostra Agorà

Per Europa Nostra è arrivato il momento di invertire il punto di vista, non si deve più (o si deve meno) parlare di patrimonio in pericolo ma piuttosto di patrimonio di successo, con un’ottica tutta nuova e una prospettiva in positivo. I quattro giorni di summit, un grande summit di società civile come è stato definito, saranno dedicati allo stato del presente e a quello che si prospetta in futuro. Con uno sguardo speciale su Venezia e la sua laguna.

Conciliare senza chiudere: a Venezia (e in Europa) la tutela del patrimonio culturale va affrontata globalmente

A cominciare dal problema delle grandi navi. Il blocco del passaggio di fronte a San Marco è stato condiviso e plaudito dal mondo intero, ma non è “la” soluzione. I percorsi alternativi (per esempio lo scavo di nuovi canali) potrebbero creare seri problemi all’equilibrio della laguna, una questione che si pone anche per il transito delle navi commerciali. “Il tema di Venezia va affrontato globalmente”, questo il messaggio di Europa Nostra, cercando di conciliare senza chiudere. Grazie ad una visione integrata che non può essere sostenuta solo da argomenti polemici.

I momenti salienti del summit saranno l’incontro di oggi, “Salvare Venezia e la sua Laguna: come ripartire e ricostruire meglio? e l’Agorà per le politiche del patrimonio europeo “Dal nuovo Bauhaus europeo alla nuova Rinascita europea” di venerdì 24 settembre a cui parteciperà il Ministro Franceschini, assieme a molti altri esponenti di rilievo europeo. Gli appuntamenti principali saranno trasmessi in diretta streaming su live.europanostra.org. Programma completo su: www.europanostra.org/european-heritage-summit

La rinascita europea e il suo patrimonio culturale: un summit a Venezia ultima modifica: 2021-09-22T12:11:26+02:00 da Cristina Campolonghi

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

👍

Julieta B. Mollo

👏

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x