Il "nuovo" Teatro Verde della Fondazione Cini - itVenezia

itVenezia

ARTE COSA VEDERE CULTURA STORIA, ARTE E CULTURA

Il “nuovo” Teatro Verde della Fondazione Cini

Teatro Verde 01

Torna accessibile al pubblico il Teatro Verde della Fondazione Cini a San Giorgio, una delle più belle architetture di paesaggio che Vittorio Cini aveva voluto negli anni Cinquanta in questa isola dedicata alla cultura e intitolata al figlio morto tragicamente in un incidente aereo. Un teatro all’aperto capace di ospitare fino a 1500 persone, perfettamente inserito nel parco di quattro ettari di cui occupa circa un quarto della superficie, nella porzione meridionale dell’Isola di San Giorgio e circondato dalla laguna.

Teatro Verde 1954

E’ il primo passo verso il recupero di questa straordinaria opera dell’architetto Luigi Vietti (1903-1998) inaugurata nel 1954. Talmente bello e prezioso che negli anni Cinquanta l’attrice Katharine Hepburn l’avevo definito “il teatro più bello del mondoe che nel 2016 il FAI lo aveva inserito tra I Luoghi del Cuore.

Il Teatro Verde torna accessibile al pubblico grazie ad un importante progetto di restauro work in progress

Teatro Verde, perché? Era stato così chiamato per le siepi di ligustro collocate sugli schienali delle sedute in pietra. Siepi che sono state ripristinate, così com’erano e dov’erano – seppure con una tipologia di ligustro leggermente diversa e più adatta a questa posizione – dopo anni di abbandono. Solo un particolare per introdurre il grande progetto di recupero che ha riportato alla luce l’architettura del Teatro. Valorizzandone tutte le qualità dei materiali, la struttura botanica circostante, le spazialità e gli straordinari scorci paesaggistici. Un lavoro imponente, curato dalla Fondazione Cini e reso possibile grazie alla partnership con Cartier, maison sempre attenta alle eccellenze culturali.

teatro verde
(crediti Massimo Pistore)

Un momento cruciale – così il segretario generale della Fondazione Renata Codello – di un piano a lungo termine che porteremo a conclusione nei prossimi anni. Gli investimenti necessari sono importanti, ma confidiamo di raggiungere i nostri obiettivi. In questa difficile periodo storico, a maggior ragione sentiamo la necessità di affidarci anche all’arte e alla cultura”.

I primi passi di un progetto di restauro a lungo termine

Il restauro è cominciato lo scorso anno in un contesto dove la pulizia originale dell’opera si era completamente persa a causa del degrado della vegetazione e delle strutture stesse. Sono state ripulite le sedute di marmo valorizzandone i materiali e le cromie. E’ stato consolidato il palco, rimesse in sicurezza le scale di accesso al teatro.

Mp1 4192 Modifica
(crediti Massimo Pistore)

Importante l’intervento sulla cura o la sostituzione del verde e la potatura di alberi e arbusti che saranno facilmente mantenibili grazie ad un sistema capillare per l’irrigazione. Oggi si possono rivedere gli straordinari scorci sulla laguna da questo teatro il cui palcoscenico, grandioso, copre un’area di 1400 metri quadrati. E la cui fossa dell’orchestra può accogliere fino a 150 esecutori.

Tra realtà e immaginazione, un’opera digitale in quattro atti ispirati alla storia e all’architettura del Teatro

Il Teatro Verde si potrà visitare nel contesto di Homo Faber, dal 10 aprile all’ 1 maggio. In questa occasione sarà possibile vedere un’anticipazione (l’opera completa sarà pronta a settembre) del site specific La Maschera del Tempo: la rinascita del Teatro Verde. Un’opera audiovisiva in quattro atti di Mattia Casalegno, uno dei più noti artisti multimediali italiani.

Maschera Del Tempo Still Da Video Courtesy Mattiacasalegno Studio 7
(courtesy Mattia Casalegno Studio)

La Storia, gli Spettacoli, il Presente e il Futuro, sono i quattro atti che si ispirano alla storia e all’architettura del Teatro Verde. Partendo dall’idea di teatro come luogo di finzione e rappresentazione. Tra natura e cultura, l’opera di Casalegno indaga sui rapporti (e le tensioni) che legano l’ambiente naturale, l’uomo e le tecnologie. Il progetto artistico usa le nuove tecnologie per portare alla luce il passato del Teatro, avvalendosi del prezioso materiale dell’Archivio (della stessa Fondazione) del Teatro e del Melodramma. Dal 20 maggio il Teatro Verde sarà inserito nel programma di visite guidate della Fondazione Giorgio Cini.

Il “nuovo” Teatro Verde della Fondazione Cini ultima modifica: 2022-04-02T12:41:19+02:00 da Cristina Campolonghi

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x