FOOD & DRINK

La Zucca in Saor, quando la tradizione è… vegana!

zucca

Zuccheriere, Zucca, Zucchine. La Zeta è una lettera che mi è sempre piaciuta. Ma se penso alle parole, quella più abusata negli ultimi anni, secondo me, è vegan. Tutto è diventato improvvisamente vegano: dai formaggi alle salsiccie, dai vini all’olio. Non andrò avanti a dilettarmi con voi su come vegano non faccia rima con sano, e neppure come vegano sia spesso un espediente per il consumismo. Quello che mi preme davvero è condividere con voi una ricetta tradizionale della mia famiglia che tra ottobre e novembre fa capolino nei bacari. Un piatto che riguarda uno degli ortaggi autunnali che mai manca nella tavola. Signore e signori, papille gustative dilatate, siete pronti alla zucca in saor?

Il Saor

Partiamo dal saor. Che cos’è il saor? è un metodo per cucinare e conservare a base di cipolle in agrodolce . Noto soprattutto per le sarde. Saor sta per sapore, ed è proprio il sapore dato dall’arte di bilanciare la cipolla con l’aceto. Sarde in saor, zucca in saor, melanzane in saor! Piatti poveri che si conservano e dopo un giorno sono ancora più buoni!

zucca

Il saor è un metodo per cucinare e conservare a base di cipolle in agrodolce

La ricetta (della Olga): la zucca in saor

  • 1 zucca violina detta zucca ferrarese
  • 1 grossa cipolla bianca
  • 1 spicchio d’aglio
  • pinoli
  • alloro
  • rosmarino
  • un pizzico di cannella
  • 2 chiodi garofano
  • pepe nero in grani
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • 75 ml. di aceto bianco
  • sale e olio

Riducete a fette spesse la zucca (di circa 1 cm). Mettere le fette a bollire con alloro e rosmarino per circa 15 minuti. Mentre bolle, potete dedicarvi al saor. Tagliate a rondelle sottili sottili la cipolla. Dopo averla imbiondita nell’olio per pochi minuti, aggiungere poi vino, aceto, i pinoli e cuocere per altri 5 minuti. Sale e pepe a piacere.

Prendere una teglia. Disporre le fette di zucca, coprirle col saor. Aggiugere altro olio, una manciata di cannella, il pepe in grani, un pochino di rosmarino. Fate riposare il tutto almeno 12 ore in frigo.

Olga mi racconta che nei periodi di festa si aggiungeva pure l’uvetta al piatto. Per una versione meno light ma più aderente alla tradizione? Friggere le fette dell’ortaggio per rendere ancora più saporita la pietanza. Magari nello strutto, aggiunge lei. E voi invece? Avete una vostra ricetta di zucca in saor? Scrivetecela nei commenti!

Lucia Vazzoler

Autore: Lucia Vazzoler

Letteratura, teatro e radio. E tanta musica. Questi gli interessi che giorno dopo giorno arricchiscono la mia valigia. Vengo dalla provincia veneta, ora vivo a Trieste e lavoro a Radio Fragola.

La Zucca in Saor, quando la tradizione è… vegana! ultima modifica: 2017-10-23T11:19:03+00:00 da Lucia Vazzoler

Commenti

To Top