ARTE & CULTURA

Musei in Contes(x)t, l’arte proibita in mostra

Musei in Contes(x)t

Musei in Contes(x)t : raccontare l’indicibile nei musei ” è il titolo voluto per una serie di eventi legati al mondo dell’arte. Sabato 20 e domenica 21 maggio infatti, a Venezia sarà possibile ammirare opere d’arte normalmente non esposte al pubblico. Nel sito del Ministero per le attività culturali si legge: “ Musei in Contes(x)t dà l’opportunità ai musei e ai loro visitatori di riflettere su quelle testimonianze del nostro Patrimonio materiale e immateriale che per motivi politici, storici, ideologici, religiosi, etici o di identità sono state emarginate o addirittura escluse dall’esposizione museale e dal racconto al pubblico (…) ”.

Musei in Contes(x)t

La locandina dell’evento

Si tratta quindi di opere che sono state censurate dagli stessi musei. Sui motivi di questa e di altre censure non intendiamo polemizzare, ma l’evento si preannuncia molto interessante. Musei in Contes(x)t sarà inoltre un’occasione unica e forse irripetibile, di ammirare dei capolavori nascosti.

Visitare i musei di notte

Questa iniziativa è nata sulla scia della Notte Europea dei Musei. Sabato 20 infatti, la rete museale terrà aperti i musei per tre ore nella serata. L’ingresso avrà il costo simbolico di 1 euro. Il prezzo del biglietto già sarebbe un motivo sufficiente per visitare quanti più musei possibile. Ma il fatto di trovarsi in quei luoghi di notte ha qualcosa di magico e di misterioso. Ci si sente privilegiati nel poter ammirare tanti capolavori a un’ora così insolita.

Musei in Contes(x)t

Un soffitto di Palazzo Grimani

Musei in Contes(x)t, una serie di eventi eccezionali

In questi giorni si respira dunque un’aria carica d’ arte a Venezia. Molti sono infatti gli eventi collegati a Musei in Contes[x]t. Le sedi coinvolte saranno Palazzo Grimani, Cà d’Oro e il Museo d’Arte Orientale di Cà Pesaro in laguna. In terra ferma invece il Museo archeologico nazionale di Altino, il Museo nazionale Concordiese di Portogruaro e il Museo nazionale di Villa Pisani a Stra.

Musei in Contes(x)t

La loggia di Cà d’oro

Diventare restauratore per un giorno

Tra tutte le iniziative, le più interessanti sono quelle organizzate dall’Istituto Veneto per i Beni Culturali. Sabato 20, alle ore 15.00, gli studenti dell’Istituto guideranno i visitatori tra i tesori della galleria Giorgio Franchetti a Cà d’Oro, attualmente in restauro. La visita è un’occasione unica per vedere le opere d’arte attraverso l’occhio di chi le restaura, di chi le tocca e quindi di chi le conosce meglio di ogni altro. Ma forse il meglio arriverà domenica 21 a Palazzo Grimani. In questa prestigiosa sede infatti, dalle 10.00 alle 19.00 ci sarà un altro incontro con gli studenti dell’Istituto Veneto. Questa volta però la visita sarà interattiva. Il pubblico potrà quindi mettersi nei panni di un vero restauratore d’arte, eseguendo prove di pulitura su cornici e doratura su gesso.

Il programma completo è consultabile in questa pagina.

Andrea Castello

Autore: Andrea Castello

Nasce come restauratore di opere d’arte a Venezia, dove collabora anche con vari giornali locali e nazionali. Si sposta prima in Francia e poi a Malta dove lavora come istruttore di sub per alcuni anni. Le grandi passioni che guidano la sua vita sono la pittura, la buona cucina e naturalmente la scrittura.

Musei in Contes(x)t, l’arte proibita in mostra ultima modifica: 2017-05-18T13:21:07+00:00 da Andrea Castello

Commenti

To Top