LO SAPEVI CHE STORIA, ARTE E CULTURA

Per partecipare alla Biennale bisogna essere raccomandati?

partecipare

Partecipare alla Biennale dell’Arte a Venezia

Come partecipare alla Biennale di Venezia? Bisogna essere artisti quotati, famosi, ma qualche spintarella non guasta. Secondo quanto riportato dal sito Artnet.com, in questa edizione della Biennale ci sarebbe un conflitto di interessi. La curatrice Christine Macel avrebbe infatti incluso nell’esposizione alcune opere di Michele Ciacciofera, suo fidanzato. Non mettiamo in dubbio il valore artistico di Ciacciofera considerato da alcuni il post-Cattelan, ma la coincidenza rimane.

partecipare

La curatrice della Biennale Christine Macel

Una breve biografia

Michele Ciacciofera nasce a Nuoro, in Sardegna nel 1969. Nel 2011 si trasferisce a Parigi, dove attualmente vive e lavora. La prima esposizione arriva nel 2000 e da quel momento comincia a far sentire il suo nome nel mondo dell’arte. La sua ricerca nell’arte concettuale lo ha portato a partecipare a molte esposizioni in varie parti del mondo. Niente di strano quindi che una sua opera sia presente a “Viva Arte Viva”, l’edizione della Biennale che si sta svolgendo in questo momento.

Se non fosse che…

Se non fosse che la sua fidanzata è anche la curatrice della mostra. Non stiamo parlando di partecipare a una mostra in una galleria privata. La Biennale è una delle esposizioni d’arte più importanti del mondo e spesso ha delle ricadute economiche per gli artisti. Sempre secondo Artnet.com infatti, dopo aver partecipato, normalmente il prezzo delle opere sale vertiginosamente. È normale. È come per un ristorante ottenere delle stelle Michelin.

partecipare

Michele Ciacciofera “Janas Code” in “Viva Arte Viva”

I meccanismi del mondo dell’arte

Bisogna dire che questo tipo di conflitto di interessi è estremamente diffuso nel mondo dell’arte. Le scelte dei curatori sono insindacabili e molto spesso il livello artistico dei fortunati espositori è di tutto rispetto. Ci si chiede però se il mercato artistico non si stia chiudendo sempre più in una cerchia ristretta di raccomandati. O forse è sempre stato così, in fin dei conti non a tutti è concesso di vivere della propria arte.

Tutto il mondo è Paese

Per un’altra coincidenza, Michele Ciacciofera ha esposto alcune sue opere anche in un’altra importante esposizione d’arte lo scorso aprile. Si tratta di Documenta 14, ad Atene. Qui il conflitto di interessi riguarda però il curatore polacco Adam Szymczyk e la sua fidanzata Alexandra Bachzetsis, partecipante all’evento. Tutto il mondo è Paese.

Andrea Castello

Autore: Andrea Castello

Nasce come restauratore di opere d’arte a Venezia, dove collabora anche con vari giornali locali e nazionali. Si sposta prima in Francia e poi a Malta dove lavora come istruttore di sub per alcuni anni. Le grandi passioni che guidano la sua vita sono la pittura, la buona cucina e naturalmente la scrittura.

Per partecipare alla Biennale bisogna essere raccomandati? ultima modifica: 2017-05-19T11:40:53+00:00 da Andrea Castello

Commenti

To Top