EVENTI STORIA, ARTE E CULTURA

Venezia in 140 immagini tra Ottocento e Novecento

Venezia In Copertina

Venezia in 140 immagini. Una prima rassegna che è l’anteprima di una imponente mostra fotografica in programma alla Fondazione Querini Stampalia. Protagonista lo straordinario fondo donato nel 2017 da Graziano Arici alla Fondazione. Scorrendo le immagini in mostra lo sguardo si ferma inevitabilmente (è ancora vivo il ricordo dello scorso 12 novembre e dell’acqua granda di quella notte) su uno scatto di fine Ottocento. Acqua alta in piazza San Marco. Una stampa color inchiostro dove l’acqua e monumenti sembrano appartenere ad un mondo unico, due elementi imprescindibili l’uno dall’altro. Un secondo scatto, di anonimo fotografo inglese, ritrae la Piazza vicino alla Torre dell’Orologio. In primo piano una piccola imbarcazione a remi. The Square of St Marks The only instance of its being floded: così titola l’autore di questa immagine testimoniando un’alta marea di tanti anni fa. E chissà se i suoi occhi la guardavano con sorpresa, con dispiacere, con stupore.

venezia in acqua alta
Acqua alta in Piazza San Marco

Venezia in 140 immagini: foto del monumentale archivio di Graziano Arici

Ma non solo acqua alta, molto di più. Venezia 1860-2019. Fotografie dell’Archivio Graziano Arici testimonia trasformazioni sociali, economiche, urbanistiche lungo centocinquanta anni di storia. Gli stessi della Fondazione che nel 1869 Giovanni Querini lasciò in eredità alla città. Un racconto, quello di questa mostra, fatto di fotografie, originali ottocenteschi, lastre e stereoscopie, stampe digitali. La memoria visiva della città vista dall’occhio di Graziano Arici. Un “assaggio”, come si accennava, di un patrimonio composto da oltre un milione e mezzo di fotografie che unisce la vasta produzione del fotografo (reportage, ricerche monotematiche su Venezia e sul suo mondo culturale, opere personali) a numerose collezioni fotografiche acquisite negli anni. Fra queste, gran parte sono state acquistate una ad una dallo stesso Arici, molte all’estero e mai esposte al pubblico. Tante immagini di Venezia dell’Ottocento del Novecento. Ritratti di artisti, in particolare del periodo che va dal 1945 agli anni Settanta, e molto altro ancora.

venezia in Palazzo Ducale
Angolo di Palazzo Ducale, foto di metà Ottocento

150 anni di storia veneziana e dell’arte della fotografia

Tornando alle prime 140 foto in mostra, c’è davvero da perdersi negli straordinari spazi pensati da Carlo Scarpa dove, quando la marea è alta, si gira con gli stivali di gomma. Gli stessi che indossavano i curatori (Graziano Arici con Cristina Celegon e Barbara Poli) dando gli ultimi ritocchi a poche ore dall’apertura. C’è da perdersi non per la dimensione dei luoghi scarpiani ma per quello che in questi spazi è stato proposto. Un racconto lungo 150 anni di storia non solo veneziana ma anche dell’arte della fotografia. Dalla città dell’immaginario delle foto più antiche, così vicine al genere pittorico, alla città dei suoi abitanti con i mestieri di una volta e quelli di oggi. Ma c’è anche la Venezia del glamour e della Mostra del Cinema. Quella intellettuale e creativa.
Una carrellata che ripercorre il periodo tra la fine della dominazione austriaca e l’annessione al Regno d’Italia. Ci sono ritratti della Venezia durante le due guerre mondiali. Scatti che ritraggono le contestazioni degli anni Sessanta e Settanta. La città travolta da milioni di turisti. Non mancano i grandi eventi ospitati in Piazza San Marco, la stretta attualità del passaggio delle grandi navi e delle trasformazioni della laguna.

venezia in Esposizione Internazionale d'Arte
Quinta Esposizione Internazionale d’Arte, 1903

La storia, la politica, il glamour in tanti scatti d’autore

Per segnalare qualche scatto particolarmente significativo, ricordiamo un’immagine databile probabilmente intorno al 1850,  i cannoni sotto Palazzo Ducale. Più o meno dello stesso periodo, un “fresco” in Canal Grande con le gondole dipinte a mano. Panni stesi in campo San Polo, immagine bellissima. Tanti personaggi a Venezia: Adolf Hitler e Benito Mussolini in Piazza San Marco, Paul Joseph Goebbels alla Mostra del Cinema. Ezra Pound al funerale di Igor Stravinskij. Emilio Vedova, Le Corbusier, Carlo Scarpa e Giuseppe Mazzariol.

 Chaplin e la moglie

Il mondo del cinema con Orson Wells, Charlie Chaplin, Humphrey Bogart e Lauren Bacall, Shirley Maclaine, Ingrid Bergman, Roberto Rossellini e Alberto Sordi, Vittorio De Sica e Pier Paolo Pasolini, Fanny Ardant. La politica: Alcide De Gasperi, Amintore Fanfani, Aldo Moro… E poi la contestazione studentesca e l’occupazione di Ca’ Foscari, tante Biennali, l’acqua alta del 1966, la tromba d’aria a Sant’Elena, l’incendio della Fenice. La mostra resterà aperta fino al primo marzo 2020. Ulteriori informazioni su www.querinistampali.org

Cristina Campolonghi

Autore: Cristina Campolonghi

Veneziana, laureata in Lettere all’Università Ca’ Foscari, giornalista professionista dal 1989. Ha lavorato per anni al quotidiano Il Gazzettino e nella redazione veneta della Rai. Collabora con riviste, uffici stampa, siti web. Cronista sensibile ai diversi aspetti della sua città: cultura, società, costume, turismo, ambiente
Venezia in 140 immagini tra Ottocento e Novecento ultima modifica: 2020-01-17T10:30:00+01:00 da Cristina Campolonghi

Commenti

To Top