I VENEZIANI RACCONTANO VENEZIA

itVenezia

EVENTI TRADIZIONI

Regata della Befana, un appuntamento da non perdere

Ponte Rialto, traguardo della regata

Si tratta di una storica regata sul Canal Grande che, la mattina del 6 gennaio 2020, spegne le candeline della sua quarantaduesima edizione. Cosa rende questa regata così peculiare e apprezzata? Sicuramente l’abbigliamento dei partecipanti e il clima festivo e divertito che scatena tra il pubblico. Un’occasione imperdibile per salutare il periodo natalizio e festeggiare, ancora una volta, tutti insieme, facendo divertire anche i bambini.

La Regata della Befana compie quarantadue anni

Era il 1978 quando Nino Bianchetto ed Enzo Rinaldo, due soci della Reale Società Canottieri Bucintoro (la società di canottaggio più antica di Venezia), decisero di sfidarsi in una competizione di velocità sul Canal Grande nel giorno dell’Epifania per dimostrare la loro abilità nella voga. A quanto pare, l’idea è piaciuta talmente tanto che, anno dopo anno, questa sfida è diventata una tradizione. Con le dovute modifiche, naturalmente. Infatti questa competizione, che si svolge tutti gli anni, avviene tra cinque soci sopra i 50 anni di età della Bucintoro.

Venezia Con Le Gondole

Non si tratta di una competizione agonistica a trecentosessanta gradi, certamente, ma la competitività e lo sforzo fisico non mancano. Infatti, negli ultimi anni, sono state effettuate delle modifiche al percorso per rendere la gara più vivace e più impegnativa. La partenza è all’altezza dell’edificio della Banca d’Italia, nella zona di Rialto, con direzione verso San Tomà. Il giro del “paleto” avviene nei pressi del Rio di San Polo e poi si torna verso Rialto, che rappresenta il traguardo della gara.

Ponte Rialto, traguardo della regata
Ponte Rialto

Al ponte di Rialto sarà appesa la calza gigante, simbolo dell’evento e realizzata con i magnifici tessuti di Rubelli. A ricoprire il ruolo di giudici di gara saranno ancora una volta i campioni del remo e fratelli Giuseppe e Palmiro Fongher, mentre lo speaker Paolo Levorato intratterrà il pubblico presentando le befane alla partenza e commentando lo svolgimento della gara.

Non gondole, ma mascarete coa scoa

Le imbarcazioni utilizzate per la regata non sono le gondole, ma le mascarete coa scoa. La regata delle befane avviene su queste imbarcazioni, usate nel passato prevalentemente per gli spostamenti tra le anse della laguna e note per essere le più agili fra quelle usate per la voga. I cinque canottieri sono vestiti in tutto e per tutto da befane. Hanno il gonnellone, lo scialle in lana, la cuffia e il fazzoletto in testa! E sono chiamati in dialetto “maranteghe”, cioè le Befane per eccellenza, quelle che portano i dolci e i regali ai bambini.

Venezia Tramonto

La gara dura circa quindici minuti ed è seguita da molte altre imbarcazioni a remi con i sostenitori degli atleti, imbarcazioni con Babbi Natale e Befane. È una competizione molto sentita e che attrae tantissimi curiosi, turisti e gente del posto. Tant’è che sulla Riva del Vin le Pink Lioness in Venice distribuiranno cioccolata calda, tè, vin brulè, caramelle e dolcetti a grandi e piccini.

Regata della Befana, un appuntamento da non perdere ultima modifica: 2020-01-03T09:00:00+01:00 da Stefania Filice
To Top