STORIA

Torcello: l’isola silenziosa in cui visse Ernest Hemingway

Torcello

Alla scoperta dell’Isola di Torcello

L’isola di Torcello si trova in una posizione marginale rispetto a Venezia. Non è caratterizzata da un frequente transito di vaporetti. Ed è quasi disabitata.

Torcello: una delle prime isole venete ad essere abitate dalle popolazioni di Altino

Le origini di Torcello sono più antiche di Venezia. Numerosi abitanti della terraferma, dovendo fuggire dai Longobardi,  si rifugiarono in questo angolo remoto della laguna di Venezia. Essi provenivano dalla zona di Altino chiamata Turris per via di una torre lì esistente. Per questo motivo diedero il nome di Turricellum alla nuova patria.

A partire dal 638 il vescovo Paolo, appartenente alla diocesi altinate, trasferì la sua sede a Torcello. Egli portò con sé le reliquie dei santi. L’isola di Torcello, dal V al IX secolo, divenne un fiorente centro urbano. Un centro caratterizzato da monasteri, chiese, una fiorente industria di lana ed un governo proprio. Raggiunse inoltre un alto livello di vita sociale ed artistica. La popolazione crebbe fino a ventimila abitanti. Anche se attualmente gli abitanti sono 14 e vivono in case coloniche e fattorie didattiche.

L’impaludamento della laguna circostante e la necessità di un rifugio più sicuro spinsero gli abitanti dell’isola ad abbandonare Torcello per rifugiarsi a Rivo Altum. L’odierna Rialto. Per secoli Torcello fu abbandonata e spogliata di marmo e mattoni. Questi furono usati per le nuove costruzioni di Venezia. L’isola, fino alla seconda metà dell’Ottocento, restò un ambiente malsano e malarico.

torcello

La chiesa di Santa Fosca

Le principali architetture di Torcello: la Cattedrale e la Chiesa di Santa Fosca

La Cattedrale, fondata nel 639 e dedicata a Santa Maria Assunta, è tra le più antiche costruzioni veneto-bizantine rimaste nella laguna. Di stile romanico ha conosciuto numerosi rimaneggiamenti nel corso dei secoli. Conservò al suo interno marmi policromi e mosaici di arte bizantina. Poco distante la Cattedrale vi è il Campanile a base quadrata e risalente all’XI secolo.

La Chiesa di Santa Fosca, nei pressi della Cattedrale, fu costruita intorno al 1100. E’ una chiesa a pianta centrale caratterizzata da un portico su cinque lati con archi a piede alzato che poggiano su splendidi capitelli scolpiti. L’interno della Chiesa è a croce greca ed è caratterizzato da un interessante raccordo tra la pianta quadrangolare della base e la pianta circolare della cupola. A partire dal X secolo si affermò il culto delle Sante Fosca e Maura. E proprio in quel secolo giunsero sull’isola le spoglie delle due sante provenienti da Sabratha, città punico-romana situata nei pressi di Tunisi.

torcello

Santa Fosca vista dal campanile

Torcello: un’isola dall’aspetto “selvaggio”

La Cattedrale, la Chiesa di Santa Fosca ed un piccolo palazzo guardano tutti verso la Piazzetta, uno spazio erboso con al centro un massiccio sedile in pietra, la cosiddetta “sedia di Attila”, così chiamata anche se si racconta che il Re degli Unni non vi sedette mai.

L’aspetto selvaggio dell’isola attrae molto i visitatori in cerca di un’oasi di pace. Soprattutto dopo il tour tra le calli veneziane affollate di turisti. L’isola di Torcello è caratterizzata da paesaggi sempre diversi, fatti di rovi, foglie scosse dalla brezza della laguna, di vegetazione fitta, di sentieri che sembrano non essere mai stati battuti prima. Nell’isola di Torcello vi è anche la famosa casa rossa di Ernest Hemingway. La casa in cui visse per molti anni lo scrittore statunitense.  La passione per Venezia e per la laguna fecero da cornice al romanzo dello scrittore intitolato “Across The River and Into The Trees”. Il romanzo è considerato uno degli ultimi documenti dedicati alla celebrazione della città di Venezia.

 

Rossana Nardacci

Autore: Rossana Nardacci

Laurea Magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo presso L’Università Roma Tre.
Corso di Social Media Marketing&Social Listening presso Bloo Srl di Pescara abilitante alla professione di Social Media Manager, professione che svolgo attualmente collaborando con diverse web agency. Mi occupo principalmente di Content Marketing e Social Media Marketing per aziende e liberi professionisti, redigo testi Seo Oriented e curo le strategie per blog aziendali.
Sono Docente di corsi di Social Media Marketing per aziende e futuri professionisti

Torcello: l’isola silenziosa in cui visse Ernest Hemingway ultima modifica: 2017-03-15T11:24:14+00:00 da Rossana Nardacci

Commenti

To Top