VENEZIA DA SCOPRIRE

Sulla Certosa soffia un nuovo vento, tra sostenibilità e valorizzazione

certosa

La Certosa è un’isola che si trova tra San Pietro di Castello e il Lido, proprio vicino alla bocca di porto nord-orientale. Per la sua posizione strategica, nel corso dei secoli è stata ampiamente utilizzata, prima come sede di un monastero, poi come posizione militare a difesa della città. Di questi utilizzi restano oggi costruzioni come il meraviglioso chiostro risalente al XIII secolo.

La Certosa tra storia e natura

Vagare per quest’isola è davvero un’emozione unica. Qui le testimonianze del grande passato della Serenissima si fondono armoniosamente con la natura circostante. Ampi prati e arbusti si alternano a boschetti di pioppi e frassini. Così mentre si passeggia non sembra proprio di trovarsi a così breve distanza dall’affollatissima Venezia. Se si procede invece lungo le rive si può ammirare tutta la bellezza della laguna, con le sue splendide isole e le Dolomiti come sfondo. Una passeggiata qui è consigliata soprattutto al tramonto, quando il sole infuoca di riflessi l’acqua e le forme suggestive di Venezia, dando al tutto un alone di mistero e di grandiosità.

certosa

L’isola vista dall’alto

Inutile dire che un simile patrimonio storico-naturalistico debba essere protetto e valorizzato. Da alcuni anni quindi, il Comune di Venezia ha affidato a un gruppo di giovani imprenditori la gestione dell’isola, che è rinata dopo decenni di abbandono.Stiamo parlando della società Vento di Venezia. Oggi chi si reca alla Certosa, oltre a trovare dei percorsi naturalistici ben curati aperti al pubblico, può scoprire una serie di servizi studiati per essere assolutamente sostenibili. Queste attività hanno lo scopo di mettere in moto il volano dell’economia locale, offrendo esperienze uniche sia per i residenti veneziani, sia per i turisti.

Cosa fare sull’isola

Un’ampia darsena accoglie barche più o meno grandi ed è collegata con un elegante resort nel quale rilassarsi e gustare ottimi piatti tipici della tradizione veneziana. Tra le tante attività offerte si trovano poi le gite in kayak e in barca a vela, due modi perfetti per visitare Venezia e la sua laguna in modo ecologico. Infine, mantenendo vive le tradizioni cittadine, sull’isola è stato installato un cantiere navale per la manutenzione delle barche.

certosa

Il resort della Certosa

Sostenibilità e valorizzazione delle risorse sono dunque le parole chiave di questo progetto che potrebbe fungere da apri-pista per tante altre realtà italiane. Ma tutto questo sempre nel rispetto degli abitanti del luogo.

Per saperne di più potete visitare questo sito.

Andrea Castello

Autore: Andrea Castello

Nasce come restauratore di opere d’arte a Venezia, dove collabora anche con vari giornali locali e nazionali. Si sposta prima in Francia e poi a Malta dove lavora come istruttore di sub per alcuni anni. Le grandi passioni che guidano la sua vita sono la pittura, la buona cucina e naturalmente la scrittura.

Sulla Certosa soffia un nuovo vento, tra sostenibilità e valorizzazione ultima modifica: 2018-07-02T14:31:16+00:00 da Andrea Castello

Commenti

To Top