LO SAPEVI CHE

Un cuore di sirena nella città più romantica al mondo.

La romantica storia di Orio e Melusina.

Quando si parla di Venezia è impossibile non menzionare la sua atmosfera romantica. Tutti gli innamorati desiderano suggellare il proprio sogno d’amore in questa meravigliosa città. E quale modo migliore, se non toccando con mano un cuore di sirena? Tra le acque della laguna infatti, aleggia un’antica leggenda. Trattasi di Orio e Melusina, un pescatore e una sirena che hanno lasciato il loro pegno d’amore tra le calli della nostra Venezia. Proprio a Castello, vicino alla chiesa di San Giovanni in Bragora, si trova il cuore della sirena in mattoni rosso, incastonato tra le pietre del sotoportego de Preti. Si dice che toccando questo cuore, il vostro sogno d’amore si avveri entro l’anno.

romantica

Sotoportego dei Preti a Castello.

Tra fiaba e leggenda…

Questa romantica leggenda narra che proprio sopra il sotoportego dei Preti abitasse un giovane pescatore che si chiamava Orio. Una sera, mentre pescava in mare, sentì una voce chiedere aiuto e si accorse che tra le sue reti era impigliata una bellissima sirena, Melusina. Subito i due si innamorarono perdutamente uno dell’altra ed iniziò così la loro storia d’amore. Ogni notte Orio andava con la sua barca a trovare Melusina, finchè un giorno lui le chiese la mano.

Lei accettò, a patto che il sabato lui non venisse a cercarla, almeno fino al giorno delle nozze. Melusina infatti era prigioniera di una terribile maledizione che ogni sabato la trasformava in serpe. Solo con le nozze avrebbe potuto spezzare il maleficio e diventare umana. Un sabato Orio non resistette e andò per mare a cercare la sua bella sirena, purtroppo per lui però, dall’acqua emerse solo un’orribile serpe gigante. Era Melusina, che rimproverò il suo amato, dicendogli che non doveva presentarsi, ma di non preoccuparsi perché una volta sposati la maledizione sarebbe cessata.

romantica

Il cuore scolpito nella pietra

La rottura dell’incantesimo.

Arrivò il giorno delle nozze, i due andarono ad abitare insieme nella casa di Orio, e Melusina ormai umana era più bella che mai. Ebbero dei figli e da quel momento vissero felici e cotenti… finchè lei si ammalò improvvisamente e morì. Orio, distrutto dal lutto, cercò in tutti i modi di mantenere la casa ed i figli, anche se a fatica. Quando tornava a casa dalla pesca però, trovava misteriosamente tutto pulito e ordinato. Un giorno, rincasando prima del solito, trovò un lungo serpente in cucina e lo uccise, per paura che potesse fare del male ai suoi figli. Da lì la casa tornò ad essere sempre in disordine e Orio capì che in realtà quel serpente era Melusina, tornata dagli abissi per aiutare la sua famiglia.

Il povero pescatore decise così di prendere il cuore della sirena ed incastonarlo tra le pietre del sotoportego per proteggere la sua casa ed i suoi figli e per ricordarsi della sua romantica storia con l’amata.

romantica

Un pescatore e una sirena.

Una leggenda non solo veneziana.

Questa bellissima fiaba veneziana prende spunto da leggende molto antiche. La melusina infatti è una figura mitologica europea che risale al Medioevo. Ma tracce delle sue origini si possono trovare anche in racconti dell’antica Grecia, della cultura celtica e del Vicino Oriente.

La leggenda europea racconta che la melusina abbia una o due code di pesce o serpente al posto delle gambe. Per poter spezzare la maledizione deve sposare un cavaliere, a patto che quest’ultimo non la veda nella sua forma originale fino al giorno delle nozze. Se il cavaliere infrange la regola, la melusina sarà condannata a rimanere metà umana e metà pesce o serpente per sempre.

Nel corso degli anni la leggenda si è mutata in svariate versioni, adattandosi ai periodi e ai luoghi in cui veniva raccontata, arrivando fino a Venezia con la meravigliosa storia di Orio e Melusina.

Valentina Cagnin

Autore: Valentina Cagnin

Trevigiana di nascita, ha studiato lingue e letteratura presso Ca’ Foscari. Durante la sua ultima esperienza professionale come traduttrice, ha scoperto la passione per l’editoria e la scrittura, ma soprattutto il suo amore per Venezia. Creativa, curiosa e appassionata d’arte, ama viaggiare ed intraprendere sempre nuove esperienze culturali.

Un cuore di sirena nella città più romantica al mondo. ultima modifica: 2017-09-18T16:03:41+00:00 da Valentina Cagnin

Commenti

To Top