ITINERARI NATURA

Il Lido di Venezia in autunno, un luogo dell’anima

Lido di Venezia

L’autunno è definitivamente arrivato ed è proprio in questo periodo che apprezzo di più il Lido di Venezia. Certo, la maggior parte preferirà andarci d’estate per passare la giornata al mare, ma in questa stagione l’isola dà forse il meglio di sé. Questa piccola ma splendida isola si è finalmente svuotata dal traffico estivo e ora vive sospesa, in attesa della prossima stagione.

Il Lido di Venezia, tra ville Liberty e viali che sanno di foglie

I viali sono semi deserti, le foglie degli alberi testimoniano l’arrivo dell’autunno e la spiaggia sembra una lunga linea disegnata da una mano invisibile. Le architetture Liberty svettano in questo cielo spesso nuvoloso e non c’è nulla di più bello di queste forme curve ed eleganti. Negli anni c’è stato chi ha disprezzato quest’isola, o al contrario chi l’ha definita come la Perla dell’Adriatico. La verità è che il Lido di Venezia è un luogo dell’anima.

Lido di Venezia

Al Lido si possono trovare degli splendidi esempi di stile Liberty

Verde, rosso e giallo

La maggior parte dei veneziani non vede molto spesso il verde. A parte i pochi parchi pubblici, solo in pochi hanno il privilegio di possedere un giardino privato. Ecco quindi spiegato il grande amore per il Lido in questa stagione. Camminando sui viali attraversati solo da qualche auto ci riempiamo gli occhi dei colori autunnali, mentre respiriamo il profumo delle foglie cadute bagnate dalla pioggia. Per chi vive tra le calli non esiste nulla di più bello.

02

I colori dell’autunno

Da un posto all’altro al Lido di Venezia

Ma non esistono solo i viali. Se si entra in una pineta ad esempio, si ha l’impressione di trovarsi in un altro luogo. Il profumo dei pini si fonde al gocciolio della pioggia che scende piano e solo il rumore delle onde, un po’ più in la, ci ricorda dove siamo in realtà. Attraversiamo delle dune di sabbia punteggiate di arbusti e ci troviamo improvvisamente di fronte al mare. Quando il mare è agitato è bello rimanere fermi, con gli occhi chiusi, sentendo gli spruzzi d’acqua sul viso e quel profumo di sale.

Dunes

Le dune di sabbia fanno parte del paesaggio del Lido

Un bar o una nave?

A volte, quando fa freddo, non resta che scaldarsi all’interno di un locale bevendo qualcosa. Non so se sia solo una mia impressione, ma molti bar del lido all’interno ricordano una nave. Sarà per il legno, per le corde annodate, le reti da pesca esposte, le ancore appoggiate ai muri, ma spesso sembra di trovarsi in mezzo al mare. Specialmente se il locale è vicino all’acqua e c’è mare grosso. A volte si può anche avvertire il dondolio delle onde, come se tutto il Lido fosse una grande nave tra i flutti. Ma spesso questo è dovuto solo a qualche spritz di troppo.

Centro Liberty, grandi viali, pinete profumate, dune battute dal vento, spiagge che si perdono in lontananza. Il Lido di Venezia è tutti questi luoghi, ma in autunno è soprattutto un luogo dell’anima.

Andrea Castello

Autore: Andrea Castello

Per anni collabora con vari giornali locali e nazionali, specializzandosi nella comunicazione on-line. Si sposta prima in Francia e poi a Malta dove inizia a collaborare con il network di italiani.it. Le grandi passioni che guidano la sua vita sono la pittura, la buona cucina e naturalmente la scrittura.

Il Lido di Venezia in autunno, un luogo dell’anima ultima modifica: 2019-09-25T10:30:13+02:00 da Andrea Castello

Commenti

To Top