STORIA

L’odore delle pietre – Un appello per salvare Venezia

Le pietre di Venezia non sono come le altre. Hanno un loro aspetto, una loro anima, un loro odore. In questa città più che in ogni altra al mondo, la pietra assume un significato particolare. Questo materiale è la città stessa. Proviamo a immaginare come fosse Venezia all’inizio, prima che venisse costruita la cattedrale di San Marco, prima dell’avvento della Repubblica, prima della sua nascita. Per fare questo dobbiamo compiere un salto nel tempo, a più di 1000 anni fa. Quello che avremmo visto in quell’epoca sarebbero stati degli isolotti coperti dalla vegetazione. Qua e la delle baracche in legno, alcune rialzate come palafitte per contrastare l’alta marea. Un’immagine molto diversa dallo splendore e lo sfarzo a cui siamo abituati.

pietre

I veneziani portano sulle loro spalle il peso di una storia millenaria

L’odore delle pietre

È stato solo grazie all’ingegno e alla tenacia di questi primi abitanti se oggi Venezia è così incredibilmente bella, assolutamente unica. Per costruire la città, intere montagne sono state fatte a pezzi in Istria, letteralmente rase al suolo. È per questo motivo che se avvicinerete il naso a una pietra qualsiasi, potrete ancora sentire l’odore di un’umanità che per questa opera ha dato tutto. Ma le pietre di Venezia sono anche macchiate di sangue. Un’infinità di uomini hanno dato la loro vita nei secoli, per difendere questo baluardo di civiltà e per espandere i suoi domini. Tutte le pietre, anche le più piccole, qui portano inciso al loro interno il nome di chi per esse si è sacrificato.

pietre

Storie di ordinario degrado

Una lotta per la civiltà

È per questo motivo che i veneziani se la prendono quando vedono un turista poco rispettoso del luogo. Non è un fatto di indole, è solo che ogni abitante porta con sé, spesso inconsapevolmente, il peso di questa storia millenaria. Ogni persona qui è parte della storia, guardiano di un luogo creato per l’umanità. Questa stessa umanità arriva a Venezia spesso impreparata. Ignorando quale lotta sia stata strappare spazio alla laguna, metro dopo metro. La nostra lotta deve invece essere quella di informare i turisti, di renderli sensibili a tutto ciò. Quello che non si conosce non può essere rispettato e nemmeno goduto a pieno.

pietre

Una famiglia di turisti si riposa per terra – photo credit Michela Piovesan

Appello alle istituzioni

Chiediamo alle istituzioni e al Comune di Venezia di collaborare con noi per portare il nostro messaggio lontano. La condivisione della nostra cultura è infatti la sola cosa che possa salvare la città dal degrado nel quale sta cadendo da anni. Conoscendo Venezia i visitatori potranno amarla, rispettarla e forse potranno anche sentire l’odore delle sue pietre.

Andrea Castello

Autore: Andrea Castello

Nasce come restauratore di opere d’arte a Venezia, dove collabora anche con vari giornali locali e nazionali. Si sposta prima in Francia e poi a Malta dove lavora come istruttore di sub per alcuni anni. Le grandi passioni che guidano la sua vita sono la pittura, la buona cucina e naturalmente la scrittura.

L’odore delle pietre – Un appello per salvare Venezia ultima modifica: 2017-05-30T10:08:06+00:00 da Andrea Castello

Commenti

To Top