I VENEZIANI RACCONTANO VENEZIA

itVenezia

CORONAVIRUS STORIA, ARTE E CULTURA

Ocean Space, otto proposte digitali su Venezia

Ocean Space - Serata Davanti Alla Chiesa Di San Lorenzo

Ocean Space, otto proposte digitali su Venezia, ambiente, arte e letteratura. Perchè, se in questi tempi è impossibile poter visitare Venezia, la città lagunare ci raggiunge a casa. Si tratta di una selezione di storie, ospiti, argomenti. Di una serie di percorsi dedicati ai veneziani ma che possono catturare anche la curiosità e la fantasia di chi non vive nella città lagunare. Questa la proposta – in tempi di Coronavis – di Ocean Space, attiva sui temi della tutela ambientale e dell’acqua degli oceani.

Ocean Space - Serata Davanti Alla Chiesa Di San Lorenzo

Attiva in particolare a Venezia, per la relazione secolare che la città lagunare ha con l’acqua e con l’ambiente. Ma anche con l’arte, perché Ocean Space vuole stimolare la consapevolezza ambientale attraverso la lente d’ingrandimento dell’arte contemporanea. E Venezia è città artistica, luogo di incontri artistici e di proposte sui temi ambientali. Perché Venezia è essa stessa elemento fragile e particolarmente sensibile ai cambiamenti climatici.

Otto percorsi digitali per raccontare Venezia tra ambiente, arte, scienza

Se l’anno scorso questa “alleanza” tra la città lagunare e Ocean Space si era tradotta nella mostra di Joan Jonas “Moving Off the Land II” (allestita nella chiesa di San Lorenzo), oggi si realizza con una serie di iniziative digitali dedicate a Venezia e alle tematiche della sostenibilità ambientale. Otto gli appuntamenti in programma, uno ogni quindici giorni, a partire dal 24 aprile, accessibili on line sulla piattaforma www.ocean-archive.org e sui profili social di Ocean Space. Otto percorsi che selezioneranno storie, argomenti e ospiti esperti del mondo della letteratura, della scienza, della pesca sostenibile. Tematiche legate alla priorità ambientale e alla sostenibilità lagunare.

Chiesa Di San Lorenzo In Un Giorno Di Acqua Alta
Facciata della Chiesa di San Lorenzo, sede veneziana di Ocean Space, e acqua alta

Nowtilus. Storie di una laguna urbana del 21esimo secolo

Il primo appuntamento delle otto proposte digitali di Ocean Space vedrà protagonista lo scrittore Tiziano Scarpa che proporrà una riflessione su come si narrano Venezia e i veneziani. Ma si parlerà anche specificatamente di oceani con l’oceanografo Luigi Cavaleri, già direttore dell’Istituto di Scienze Marine del Cnr e grande esperto di onde anomale. Di microplastiche con la ricercatrice Beatrice Rosso. Di ricerche artistiche legate a Venezia con Nicola Di Croce e Maria Teresa Sartori… e tanto altro ancora. Nowtilus. Storie da una laguna urbana del 21esimo secolo, questo il titolo della rassegna digitale, sarà un vero e proprio mosaico di libri, ambiente, scienza, arte.

Ocean Space - Interno Della Chiesa Di San Lorenzo Dove Sarà Ospitata La Mostra
Interno della chiesa dove sarà ospitata la mostra

L’iniziativa nasce in lingua italiana ma, per chi si collegasse dall’estero, sarà possibile averne una versione più breve anche in lingua inglese. La conduzione del programma di pod cast originali è stata affidata al critico musicale Enrico Bettinello, co-curatrice Alice Ongaro Sartori. L’iniziativa, una delle tante soluzioni per superare il distanziamento sociale imposto dall’emergenza coronavirus, nasce perchè Ocean Space vuole mantenere comunque una rete di condivisione con le persone. Proprio a Venezia, “Che è laguna prima ancora di essere città – sottolinea Markus Reymann, cofondatore e direttore di TBA21 Academy – Venezia che ha una sua relazione secolare con l’ambiente, in particolare con l’acqua. Venezia che è città d’arte per eccellenza”.

Nuova mostra di Ocean Space dal 20 maggio nella chiesa di San Lorenzo

Tutto questo in attesa della mostra Territorial Agency: Oceans in Transformation, commissionata da TBA21-Academy e curata da Daniela Zyman che sarà aperta il 20 maggio prossimo, emergenza permettendo, nella chiesa di veneziana di San Lorenzo. Struttura recentemente restaurata e che proprio lo scorso anno aveva già ospitato la mostra di Joan Jonas. La nuova proposta, secondo le prime anticipazioni, sarà la traduzione in immagini di tanti dati scientifici relativi alle trasformazioni degli oceani. Un “unico colpo d’occhio”, così è stata definita, sul mutamento degli oceani.

Ocean Space, otto proposte digitali su Venezia ultima modifica: 2020-04-24T09:00:00+02:00 da Cristina Campolonghi
To Top