I VENEZIANI RACCONTANO VENEZIA
ARTE E CULTURA

Torcello ed il Giudizio Universale che ispirò Giotto e Michelangelo

Torcello giudizio universale giotto michelangelo

Il primo Giudizio Universale

È a Torcello, nella basilica di Santa Maria Assunta, la prima opera musiva raffigurante il Giudizio Universale. Il mosaico veneto-bizantino fu certamente fonte di ispirazione per importanti artisti come Giotto e Michelangelo Buonarroti.

Torcello giudizio universale giotto michelangelo

Il Giudizio Universale di Torcello

Torcello, l’origine

Siamo alle origini della Venezia lagunare, quando gli abitanti di Altino si trasferiscono a Turricellum al sicuro dalle incursioni dei longobardi. Contemporaneamente si assiste alla crescita di Grado, Equilio (Jesolo) ed alla fondazione di Rivoalto (Rialto).

Torcello diviene in breve tempo un ricco e prospero centro urbano, con più di 20.000 abitanti ed un importante ed esclusivo centro per la lavorazione della lana.

L’esarca di Ravenna ordina la costruzione della cattedrale di Santa Maria Madre di Dio, che verrà consacrata nell’anno 639 e sarà da subito sede vescovile.

Il mosaico

La basilica minore di Santa Maria Assunta (già Santa Maria Madre di Dio) conserva ancor oggi una delle più interessanti rappresentazioni del Giudizio Universale. E’ un mosaico Veneto-Bizantino che ricopre un’intera parete della chiesa. Fu realizzato in due tempi, nel VII e nel XII secolo (a seguito di un terremoto).

Gli Scrovegni

All’inferno Dante ascoltò un usuraio che al collo portava una grossa borsa con su rappresentato lo stemma di famiglia: una grossa scrofa azzurra su sfondo bianco. L’uomo si sfogò con Dante, facendo i nomi di altri usurai.

E un che d’una scrofa azzurra e grossa
segnato avea lo suo sacchetto bianco,
mi disse: “Che fai tu in questa fossa?

Il dannato era probabilmente Reginaldo Scrovegni, noto allevatore di maiali che rovinò mezza Padova e Venezia.

Nel 1302, per espiare le colpe del padre e forse anche delle sue, il banchiere Enrico Scrovegni acquistò il terreno dell’arena romana di Padova dove ci fece costruire un oratorio, noto oggi come la Cappella degli Scrovegni.

Torcello giudizio universale giotto michelangelo

Il Giudizio Universale di Giotto

Giotto e la Cappella degli Scrovegni

Enrico Scrovegni commissionò a Giotto la decorazione della cappella di famiglia. Il grande artista la affrescò completamente e sulla parete di ingresso dipinse il suo Giudizio Universale, che vide luce nei primi mesi del 1306. L’opera richiama straordinariamente il mosaico di Torcello.

Michelangelo Buonarroti

Nel suo celebre affresco, Giotto raffigura Enrico Scrovegni che con una mano offre a Maria l’oratorio di famiglia, mentre con l’altra riceve in cambio indulgenza.

Il particolare delle due mani che si avvicinano, quasi a toccarsi, sembra non sia sfuggito 200 anni dopo a Michelangelo Buonarroti durante il suo primo viaggio fuori Firenze, quando fece sosta nella terra dei veneti.

Torcello giudizio universale giotto michelangelo

A sinistra il dipinto di Giotto, a destra quello di Michelangelo

Un solido sistema di sicurezza

Pur essendo protetta dalla laguna, la cattedrale di Torcello non era esente da incursioni nemiche. Oltre ai mosaici conservava i corpi di santi, reliquie ed altri oggetti preziosi. In caso di necessità, grazie a dei massicci scuri in pietra, la costruzione diveniva un impenetrabile scrigno.

Torcello giudizio universale giotto michelangelo

Gli scuri in pietra della Cattedrale

Torcello, l’origine

Il Giudizio Universale di Torcello, fu sicuramente fonte di ispirazione per Giotto. Va ricordato anche quello di Coppo di Marcovaldo. Il mosaico del 1225, che raffigura un orrendo diavolo nell’atto di divorare i dannati, può essere oggetto di confronto con quello di Torcello e quello di Giotto.

Torcello giudizio universale giotto michelangelo

Da sinistra: demone di Torcello, di Coppo di Marcovaldo e di Giotto

Il giudizio finale della Basilica di Santa Maria Assunta è un autentico gioiello dell’arte Veneto-Bizantina. Con i mosaici della Vergine Odigitria immersa su sfondo oro ed il Cristo Pantocrator in trono, lo si può ammirare nella tranquilla isola lagunare senza prenotazioni o interminabili attese.

Franco Corè

Autore: Franco Corè

Rimango spesso affascinato dall’atmosfera veneziana e mi chiedo il perché di tanta ed irresistibile attrazione. Mi immergo così con passione in ciò che riguarda la storia, i segreti e leggende della città di San Marco

Summary
Torcello ed il Giudizio Univerale
Article Name
Torcello ed il Giudizio Univerale
Description
Il giudizo finale della Basilica di Santa Maria Assunta è un autentico gioiello dell'arte Veneto-Bizantina. Con i mosaici della Vergine Odigitria immersa su sfondo oro ed il Cristo Pantocrator in trono, lo si può ammirare nella tranquilla isola lagunare senza prenotazioni o interminabili attese.
Author
Torcello ed il Giudizio Universale che ispirò Giotto e Michelangelo ultima modifica: 2018-02-05T12:03:42+00:00 da Franco Corè

Commenti

To Top