itVenezia

COMITATI CULTURA UNIVE

Venezia si candida a sede del New Bauhaus europeo

Venezia Con Laguna

L’Europa chiama, Venezia risponde. Al centro della proposta il New European Bauhaus, progetto che si ispira all’omonimo movimento culturale di inizio Novecento e che viene direttamente dalla presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen. La città lagunare – con il supporto delle Università veneziane Ca’Foscari e Iuav e con l’adesione, tra gli altri, anche del Comune – si candida a essere una delle città europee protagoniste dei 5 progetti pilota dell’iniziativa New European Bauhaus, che la Commissione Europea selezionerà e finanzierà.

New Bahaus Europeo

“Questo progetto sembra tagliato su misura per Venezia. Una città che storicamente ha sempre avuto la capacità di affrontare i problemi e le sfide del futuro”. Così l’assessore comunale al Patrimonio, Promozione del territorio e Rapporti con le università Paola Mar, presentando la candidatura della città lagunare insieme ai rappresentanti delle altre istituzioni che hanno aderito al progetto. Fra questi, l’assessore regionale Elena Donazzan, la rettrice di Ca’ Foscari Tiziana Lippiello, il rettore dello Iuav Roberto Ferlenga.

Il New Bauhaus crocevia di arte, cultura, inclusione sociale, scienza e tecnologia

Il nuovo Bauhaus europeo è un’iniziativa creativa e interdisciplinare che vuole costruire uno spazio di incontro per progettare futuri modi di vivere. Spazio situato al crocevia tra arte, cultura, inclusione sociale, scienza e tecnologia. La presidente della commissione Von der Leyen lo pensa non solo come un progetto ambientale e economico ma come un vero e proprio nuovo progetto culturale europeo. “Per immaginare e costruire un futuro sostenibile, inclusivo e bello per il cuore e per la mente”.

Ursula Von Der Leyen

Un progetto giusto per Venezia, secondo l’assessore Paola Mar, che non arriva dall’alto ma piuttosto investe l’essenza stessa della città e del suo territorio. Venezia “è una sintesi di tutto quello che c’è nel Veneto, ma non solo. E’ una sintesi di tante culture del mondo, poiché in questa città sono passati in molti. E in molti hanno scoperto o portato innovazioni e idee”.

Pool di enti pubblici e privati al lavoro per la candidatura al nuovo Bauhaus

Le date del bando non sono ancora note ma potrebbero arrivare a breve. Di qui la necessità di avere pronta la candidatura. La proposta viene dalle università veneziane ma anche da Accademia di Belle Arti, Conservatorio, Biennale, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio, Fondazione di Venezia, Autorità Portuale, Confindustria e Comitati Privati Internazionali per la Salvaguardia. Tutti al lavoro, a cominciare dalle università, al fine di sviluppare ambiti di ricerca ad hoc per confluire nel nuovo Bauhaus. A cominciare dalla sostenibilità (ambientale, alimentare, sanitaria, dell’edilizia, dei trasporti e della mobilità), dalla finanza verde, dalla coesione sociale. Ma anche dalla lotta alle disuguaglianze e alla marginalizzazione, dalle politiche di integrazione e di innovazione sociale. Dal patrimonio culturale, dal turismo sostenibile e dalla tecnologia.

Venezia città modello per un futuro di sostenibilità, inclusività e bellezza

Quale città meglio di Venezia che, come hanno spiegato i proponenti la candidatura, “è oggi misura delle problematiche della società e dei territori della nostra contemporaneità”? La città lagunare potrà fungere da modello delle soluzioni per la costruzione di un futuro globale capace di coniugare sostenibilità, inclusività e bellezza. Proprio quello a cui ha fatto riferimento la presidente della Commissione Europea presentando questo progetto. L’idea, a Venezia, è mettere insieme le risorse delle università con quelle delle diverse realtà cittadine per arrivare ad una proposta unica. Da una parte per una Venezia del futuro. Dall’altra, per un approccio replicabile in diverse realtà. Ca’ Foscari e Iuav lanceranno a breve un sito internet dove raccogliere e coordinare le iniziative in fase di sviluppo. Il sito sarà aperto alla cittadinanza veneziana e a quanti vorranno proporre le proprie idee sull’iniziativa.

(ph credit: UE, New European Bauhaus)

Venezia si candida a sede del New Bauhaus europeo ultima modifica: 2021-04-19T09:37:03+02:00 da Cristina Campolonghi

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x