EVENTI

L’arte della miniatura al museo Correr, una mostra da non perdere

miniatura museo correr

La magia al museo Correr

Se non ci avesse pensato Paola Sancassani, la preziosa raccolta di 36 ritratti in miniatura sarebbe finita nelle mani di qualche ricco collezionista americano o comunque nelle teche di un museo d’oltreoceano. La Sancassani, veronese di nascita ma veneziana d’elezione e grande appassionata di storia, ha deciso di “salvare” questo piccolo patrimonio. Non per arricchire le proprie collezioni storiche ma per donarlo al veneziano Museo Correr, il cui vasto patrimonio comprende anche numerosi manufatti della stessa tipologia. Occasione per avviare una ricatalogazione di tutto questo materiale da parte della Fondazione Musei Civici di Venezia. Opportunità di allestire, in un’area collegata all’Ala Napoleonica del Correr, un’affascinante saletta dove compaiono – quasi per magia, dietro a quattro antiche porte di legno pregiato – le vetrine che dal 12 aprile ospitano questa importante testimonianza dell’arte del ritratto in miniatura.

miniatura museo correr

La miniatura di una giovane donna

L’arte della miniatura

Una piccola e preziosa sezione – ritagliata negli spazi di un grande museo – che è di raffinato e raro valore artistico. Si tratta, in gran parte, di ritratti di fattura principalmente italiana ma anche di scuola francese e inglese, datati dalla fine del Settecento alla metà dell’Ottocento. Volti di uomini e di donne in parte anonimi, in parte noti perché in qualche modo legati alla storia della loro epoca. Oltre alla donazione, Paola Sancassani ha temporaneamente prestato al Correr anche alcuni pezzi delle sue collezioni.

Fra questi, numerose miniature che celebrano la figura di Napoleone Bonaparte e le sue imprese. Ma anche monete e oggetti come l’impugnatura in avorio di un bastone da passeggio appartenuto al grande còrso (1810 circa). Un minuscolo calendario per l’anno 1862 con il ritratto di Napoleone III. Un sigillo imperiale (1808). Un ricercato portaprofumo in oro e smalti che l’ammiraglio Horatio Nelson donò come pegno d’amore a Lady Hamilton nel 1800. Una splendida spilla in corallo, probabilmente di fattura napoletana, che risale allo stesso periodo.

miniatura museo correr

Immagine di un gentiluomo catturata in pochi centimetri di dipinto

Fra le miniature oggetto della donazione, spiccano, per la pregevole qualità esecutiva, il ritratto del celebre attore di teatro Francosis-Joseph Talma (1763-1826) e quello di Charlotte Stuart duchessa D’Albany (1787-1790). Giusto per avere un’idea di cosa stiamo parlando, il ritratto della duchessa ha un diametro di 9,9 centimetri, quello dell’attore di 8,3 centimetri. Davvero straordinari.

Cristina Campolonghi

Autore: Cristina Campolonghi

Veneziana, laureata in Lettere all’Università Ca’ Foscari, giornalista professionista dal 1989. Ha lavorato per anni al quotidiano Il Gazzettino e nella redazione veneta della Rai. Collabora con riviste, uffici stampa, siti web. Cronista sensibile ai diversi aspetti della sua città: cultura, società, costume, turismo, ambiente

L’arte della miniatura al museo Correr, una mostra da non perdere ultima modifica: 2018-04-24T14:10:10+00:00 da Cristina Campolonghi

Commenti

To Top