INTERVISTE STORIA, ARTE E CULTURA

Guerzoni, il soul e tre vicentini a Venezia

guerzoni soul

Soul Tribe, un gruppo musicale al 75 % veneto, composto dai vicentini Riccardo Bertuzzi alla chitarra, Andrea Bevilacqua al basso, Claudio Marchetti alla batteria e Marco Guerzoni, cantante. E’ lui, 58 anni, nato a Varese, l’esuberante front-man della band, capace di trascinare il pubblico con il suo talento alla tromba ed alle percussioni, ma soprattutto con una voce ed una presenza scenica non indifferenti.

Professionalità da vendere, voce personalissima e quel tanto di fascino da attirare comunque una discreta quota di pubblico femminile adorante. Una stima conquistata nell’ambiente delle sette note anche con il ruolo del Re degli Zingari, nel musical di Cocciante Notre Dame de Paris. L’abbiamo incontrato al Barone Rosso, storico locale del Veneziano.

guerzoni soul

Marco Guerzoni

Intanto chiediamo a Marco Guerzoni cosa vuol dire Soul Tribe…

Significa che cerchiamo di addentrarci nel soul, nella musica nera, nel blues, nel funky, suoni che ci attraggono da sempre e che sappiamo padroneggiare. Cerchiamo quindi di migliorarci ed esprimerci sempre più al meglio, per sentirci più legati a quella che è una radice della musica moderna. Un ritorno al passato in chiave moderna. È la musica della nostra generazione allargata, cioè dagli anni settanta in poi. La musica nera è il fenomeno del secolo passato. Ho visto da poco un documentario sui Quincy Jones, uno dei più grandi della musica black, quelli come lui identificavano la loro umanità con la loro musica, si trovavano un posto nel mondo dal quale erano rinnegati in quanto neri e dato che io stresso sono discendente dagli schiavi della Martinica, da parte di mia mamma, mi sento quindi molto legato a queste sonorità.

Come hai vissuto la partecipazione al musical Notre Dame, che è stato un successo mondiale?

E’ stata sicuramente l’esperienza più importante della mia vita, dal punto di vista lavorativo, è quella che mi ha che mi ha reso anche un po’ identificabile, non dico famoso, ma che mi ha comunque messo in pari con l’ambiente musicale. Con Notre Dame de Paris ho avuto un riconoscimento di quello che potevo essere e di quel che potevo fare. Non a caso in quel musical interpreto un personaggio ai margini della società, un reietto, stando quindi sempre dalla parte di quelli che vogliono far parte della società pur non essendone i fautori.

guerzoni soul

Guerzoni durante l’intervista

Andando quindi anche un po’ “in direzione ostinata e contraria”, come cantava Fabrizio De Andrè?

Sì, diciamo così, ovviamente nella mia modestissima qualità espressiva che mi sento, dato che De Andrè era un Sommo…

Per quanto riguarda il futuro, cosa hai in programma?

E’ in uscita in questi giorni un mio nuovo brano blues, che si chiama “E le canzoni diversano” (del quale abbiamo girato anche un video), nato dalla mia collaborazione con uno spettacolo teatrale, che si chiama “Blues Notes,” ed è sia recitato che musicale, ha come sottotitolo “Storia della musica che ha cambiato la musica”, quindi dalle origini ai giorni nostri, dalla deportazione africana, alla situazione americana, con uno sguardo anche all’Italia. Stiamo inoltre facendo dei concerti in giro come Soul Tribe.

guerzoni soul

Guerzoni e i Soul Tribe a Spinea

In conclusione, dato che siamo appunto vicini a Venezia, qual è il tuo rapporto con questa città?

Venezia, come tanti, la considero una delle più belle città del mondo e del mio mondo. Vi ho tra l’altro lavorato recentemente, alla Giudecca, e mi sono esibito anche con i Soul Tribe all’Hard Rock Cafè di San Marco. E’ stato emozionante e particolare, intanto perché ho fatto per la prima volta il tragitto con gli strumenti su un barcone, poi perchè era pieno di enormi navi da crociera e contemporaneamente c’era una manifestazione di protesta proprio contro le grandi navi. So che queste navi portano tanti soldi, ma io sarei abbastanza contrario, la vedo come una cosa ecologicamente scorretta.

Gigi Fincato

Autore: Gigi Fincato

Veneziano, giornalista professionista e dj. Ha lavorato per anni nell’emittenza radio-televisiva locale, come speaker a radio Venezia ed a radio Base Popolare Network, e come redattore della tv Antenna Tre di Treviso e del quotidiano Il Gazzettino di Venezia. Collabora per la formazione alla scuola Buzzati dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto.

Guerzoni, il soul e tre vicentini a Venezia ultima modifica: 2018-12-08T12:35:13+00:00 da Gigi Fincato

Commenti

To Top