EVENTI TRADIZIONI

Un ponte votivo per San Michele, una trovata turistica?

ponte votivo san michele

Da giovedì 31 ottobre a domenica 10 novembre sarà possibile visitare il cimitero di San Michele attraversando un ponte votivo. Fino agli anni ’50 era una consuetudine rispettata ogni anno, come per altri ponti galleggianti tutt’oggi allestiti a Venezia per alcune commemorazioni. Ma da allora questa tradizione era stata eliminata, fino quasi a dimenticarsene.

Un ponte votivo di San Michele da 407 metri

Il ponte votivo collegherà le Fondamente Nove con l’isola di San Michele dunque. Si tratta di un’opera di non facile realizzazione viste le misure importanti. La struttura sarà composta da moduli, come quelli che compongono i ponti per la Salute o per il Redentore. Ma questa volta il passaggio galleggiante sarà lungo ben 407 metri per 15 di larghezza. Sarà previsto anche un passaggio navigabile largo 10 metri e alto 3,5.

ponte votivo san michele

Una fase di avanzamento dei lavori

Speriamo non arrivi la tempesta!

Bisogna dire che mentre i normali ponti votivi sono installati in canali (anche se molto ampi), questo galleggerà in piena laguna nord, in balia degli elementi. A prima vista può sembrare un allarmismo inutile, ma chi ricorda la “tempesta perfetta” che si è abbattuta sulla città l’anno scorso in questo periodo può avere qualche preoccupazione. D’altro canto questo ponte votivo di San Michele era organizzato anche in passato e non si hanno notizie di eventi catastrofici legati a esso. Speriamo quindi che chi sta realizzando quest’opera si dimostri all’altezza dei nostri antenati.

Ponte Di Barche Verso Il Cimitero Di San Michele 2

Una foto storica del ponte votivo

Gli ospiti illustri di San Michele

Preoccupazioni a parte, sarà un’ottima occasione per camminare in mezzo alla laguna e per visitare la bellissima isola del cimitero. A San Michele si possono trovare anche tombe di personaggi illustri, come quella di Ezra Pound, di Igor Stravinsky o di Sonia, la bella dama che si uccise per amore.

Cimitero Di San Michele

Una veduta dall’alto dell’isola

Il ponte votivo, riscoperta delle tradizioni o trovata turistica?

Bellezza, tradizioni e leggende saranno quindi a portata di passeggiata grazie a questo ponte votivo. L’unico dubbio è se i veneziani riusciranno a percorrerlo senza venire schiacciati dalle masse di turisti che, come sempre, ingombrano ogni angolo della città. In un momento in cui i bisogni dei cittadini sono stati dimenticati, la riscoperta di queste tradizioni sembra più una ennesima trovata turistica, ma tant’è.

 
Andrea Castello

Autore: Andrea Castello

Per anni collabora con vari giornali locali e nazionali, specializzandosi nella comunicazione on-line. Si sposta prima in Francia e poi a Malta dove inizia a collaborare con il network di italiani.it. Le grandi passioni che guidano la sua vita sono la pittura, la buona cucina e naturalmente la scrittura.

Un ponte votivo per San Michele, una trovata turistica? ultima modifica: 2019-10-18T15:34:44+01:00 da Andrea Castello

Commenti

To Top