VENEZIA DA SCOPRIRE

La Casa di Anna: uno spazio per condividere

Casa di Anna

Casa di Anna nasce come uno spazio per condividere. Questa realtà si è sviluppata poco fuori Mestre, in un terreno a vocazione viticola rimasto abbandonato per otto anni. Inserendosi in un equilibrio naturale, il progetto propone un’agricoltura diversificata per favorire la biodiversità. Ma non è tutto. Casa di Anna è uno spazio di condivisione, aperto a tutti. La connotazione è fortemente sociale e alle attività agricole se ne accompagnano altre, molto disparate. Casa di Anna offre uno spazio a chi non ce l’ha o fatica a trovarlo, secondo il motto: ad ognuno il suo posto. Il progetto include un centro educativo-abilitativo, un centro sportivo, un luogo di soggiorno e svago, un maneggio. Il target degli ospiti è estremamente variegato e l’attenzione al territorio, alle sue dinamiche e problematiche è alta.

Un’agricoltura consapevole

Casa di Anna

Le verdure al mercato

La base ideologica dell’agricoltura promossa dalla Casa di Anna è quella del rispetto delle buone pratiche agricole, nell’utilizzo di prodotti naturali per la difesa fitosanitaria. Attualmente 2 sono gli ettari coltivati, affiancati da tre serre fredde per anticipare alcune colture. La campagna “Adotta un Albero” ha permesso di acquistare più di 50 alberi da frutto, che hanno ulteriormente ampliato la produzione. Altro tassello della produzione agricola è l’apicoltura. L’attenzione agli standard del biologico e il rispetto per l’ambiente ha conferito, dal 2016, la certificazione ICEA per la produzione biologica certificata. I prodotti della casa di Anna vengono distribuiti a varie realtà del territorio e molti sono i partner coinvolti nel progetto. I prodotti sono usati sia per le spese in cassetta che per il rifornimento delle Coop mestrine e di svariati ristoranti e agriturismi della zona.

La Casa di Anna e il sociale

Casa di Anna

Uno stand informativo

Il progetto della Casa di Anna è un progetto a forte impatto sociale. L’idea è quella di favorire l’inserimento sociale e formativo di categorie svantaggiate, spesso escluse dal mercato del lavoro. Grazie all’interazione con diversi interlocutori, Casa di Anna è la prima Fattoria Sociale della provincia di Venezia ad essere iscritta nell’elenco della Regione. I target di riferimento sono le persone diversamente abili o in situazioni sociali di svantaggio. Il lavoro agricolo è affiancato da pratiche educative per favorire l’inserimento in una realtà gratificante e stimolante. Altri protagonisti delle attività sono i bambini. La sezione “fattoria dei bambini” offre un programma di intrattenimento e apprendimento nel corso dell’estate. Letture, merende, passeggiate per educare in un modo non convenzionale e nel rispetto della Natura! Spesso si organizzano giornate aperte, per sensibilizzare la popolazione e contribuire allo sviluppo sostenibile del territorio. Un luogo tutto da scoprire!

 

Eva Zilio

Autore: Eva Zilio

Laureata al dipartimento di lingue dell’università Ca’ Foscari per dare senso e spazio al suo amore per il movimento e la scoperta, di recente è approdata a Belgrado per proseguire i suoi studi occupandosi di teatro contemporaneo.

La Casa di Anna: uno spazio per condividere ultima modifica: 2017-08-18T10:15:51+00:00 da Eva Zilio

Commenti

To Top